rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Economia

Alitalia, Ryanair avverte: "Se accettano la nostra offerta non tollereremo scioperi"

L'Ad di Ryanair Michael O'Leary​ avverte: "Le persone in Alitalia dovranno cambiare modo di lavorare, non tollereremmo scioperi frequenti o persone nullafacenti". Ryanair "presenterà un'offerta vincolante" per l'acquisto di Alitalia entro il 2 ottobre. Ma per sbarrare la strada alla compagnia irlandese scende in campo la "cordata dei dipendenti"

Ryanair "presenterà un'offerta vincolante" per l'acquisto di Alitalia entro la scadenza del 2 ottobre. Lo ha detto il Ceo Michael O'Leary?, in conferenza stampa all'aeroporto di Bologna. "Siamo interessanti ad Alitalia, ma non vogliamo trasformarla in una compagnia low cost. Le due compagnie - ha assicurato l'eccentrico imprenditore irlandese - rimarranno ben separate. Noi vogliamo acquisire Alitalia per renderla vincente. Perché con un giusto focus, il giusto management e le giuste rotte Ryanair e Alitalia potranno continuare a crescere in tandem".

Il piano di Ryanair per Alitalia 

"Serve comunque una ristrutturazione di Alitalia per garantire il successo dell'operazione - ha detto O'Leray - Abbiamo inviato la manifestazione di interesse e parteciperemo alla proposta vincolante". Il focus del piano di Ryanair per l'ex compagnia di bandiera tricolore sono i voli lungo raggio "vero core business di Alitalia" e su cui, secondo l'Ad di Ryanair, la compagnia di via della Magliana ha ancora un grande potenziale da esprimere.

"Dovessimo lavorare con Alitalia, ci sarebbero nuove assunzioni e una crescita della Compagnia. Vogliamo usare Alitalia per il trasporto a lungo raggio. Ci sarebbero cambiamenti di personale e nuove assunzioni, ma poi tutti dovremmo rimboccarci le maniche. Alitalia potrà crescere sulle rotte intercontinentali, Africa, Cina,India e Nord America". 

Tuttavia l'Ad di Ryanair avverte: "le persone in Alitalia dovranno cambiare modo di lavorare nel futuro. Non tollereremmo scioperi frequenti o persone nullafacenti. Se vogliono lavorare per Alitalia con Ryanair, devono lavorare duro. Ma avranno sicurezza di lavoro, promozioni, nuovi aerei e nuove rotte".

"La nostra offerta è quella che garantisce un futuro luminoso ad Alitalia, mentre tutte le altre Compagnie interessate ad acquisire Alitalia, come Air France o Lufthansa non vogliono che cresca, la vogliono solo usare come vettore di passeggeri per Francoforte o Parigi"

Si prepara la grande svendita (ma Alitalia si può ancora risanare)

Non solo grandi compagnie, ma anche i dipendenti dell'ex aviolinea di tricolore scendono in campo per salvare la compagnia. Secondo quanto scrive il settimanale Panorama in edicola domani sarebbe pronta una cordata di dipendenti che, con grazie ad una compagnia aerea non europea come partner industriale e due partner finanziari italiani sarebbero pronti a sbarrare la strada a Ryanair e agli altri pretendenti. L'iniziativa è guidata da due piloti di Alitalia che avrebbero già raccolto il consenso di massima di molti loro colleghi, piloti, personale di terra e di volo.

"Se vogliamo conservare il posto" dicono "questa compagnia ce la dobbiamo comprare". I dipendenti sono in totale 11.600 e potrebbero investire nell'operazione una parte del loro Tfr.

Entro il 15 settembre vanno presentate le offerte di acquisto non vincolanti e senza indicazioni di prezzo; il 2 ottobre sarà invece la scadenza per le offerte vincolanti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alitalia, Ryanair avverte: "Se accettano la nostra offerta non tollereremo scioperi"

Today è in caricamento