rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Economia Italia

Alitalia, scontro sul piano di salvataggio: "Ora gli assistenti di volo puliscano le toilette"

Nulla di fatto nel nuovo incontro tra i sindacati e i rappresentati dell'ex compagnia di bandiera al termine del quale è stato confermato lo sciopero del 23 febbraio prossimo

Alitalia per ridurre i costi del lavoro abbia chiesto ai dipendenti una serie di sacrifici all'insegna della flessibilità: tra le numerose richieste anche quelle di affidare la pulizia delle toilette di bordo a hostess e steward e di far partecipare i dipendenti alle spese di parcheggio dell'auto privata.

Come riferiscono fonti sindacali, nell'incontro di questa mattina l'azienda avrebbe ribadito le richieste avanzate la scorsa settimana per ottenere risparmi sul fronte del costo del lavoro. Richieste che i sindacati aveva giudicato"irricevibili". Minimo comune denominatore delle misure avanzate dell'aviolinea, sia per i naviganti che per il personale di terra, è un rilevante taglio delle retribuzioni.

Per quanto riguarda il personale navigante, l'aviolinea vorrebbe trasformare gli scatti di anzianità da annuali a quinquennali ed eliminare una serie di indennità di volo. In termini di norme di impiego dei naviganti, l'azienda vuole una riduzione delle ferie nel periodo estivo a favore dei periodi di minor traffico. I riposi annuali dovrebbero ridursi da 120 a 96 per un massimo di 7 al mese contro gli attuali 10. Anche i congedi parentali dovrebbero essere modificati, con un aumento del preavviso da 5 a circa 25 giorni.

Al personale di cabina viene inoltre chiesto di farsi carico di riordinare gli aerei al termine del volo pulendo anche le toilette, oltre a una riduzione dell'equipaggio di un'unita' sui voli a lungo raggio. Per quanto riguarda il personale di terra, l'Alitalia vorrebbe poter disporre del personale in ogni settore, dall'accettazione alla pista, con mansioni piu' basse ma anche piu' alte a parita' di retribuzione. Anche per questa categoria si vorrebbe ridurre l'utilizzo dalle ferie nel periodo estivo e aumentare il preavviso per usufruire dei congedi parentali.

Gli scatti di anzianità a loro volta, dovrebbero passare da biennali a quinquennali. Riguardo all'orario di lavoro, l'azienda vorrebbe poterlo distribuire in quattro giornate lavorative invece delle attuali cinque con turni di oltre otto ore. Le stesse fonti riferiscono che è stato chiesto un contributo per la mensa e per le spese di parcheggio degli autoveicoli. Il calendario dei turni diventerebbe mensile e non più trimestrale come accade ora. Tra le richieste c'è anche la cancellazione dei circa 10 minuti di tempo a disposizione dei lavoratori per indossare la tuta di lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alitalia, scontro sul piano di salvataggio: "Ora gli assistenti di volo puliscano le toilette"

Today è in caricamento