Sabato, 8 Maggio 2021

Alitalia, quando (e come) arrivano gli stipendi di aprile

Le retribuzioni del dipendenti, sbloccate grazie ai 50 milioni contenuti nell'ultimo decreto Covid, verranno pagate nei prossimi giorni, ma in due diverse tranches

Foto di repertorio Ansa

I dipendenti Alitalia hanno rischiato di non ricevere lo stipendio relativo al mese di aprile 2021: una situazione rimasta in bilico fino allo scorso 22 aprile quando, dopo le proteste dei sindacati e dei lavoratori, con il decreto Covid sono arrivati 50 milioni di euro per sbloccare l'impasse onorare le retribuzioni. Tirato un sospiro di sollievo, adesso i lavoratori si chiedono quando arriveranno i pagamenti

Alitalia, quando arrivano gli stipendi di aprile: pagamento in due tranches

La buona notizia è che gli stipendi del mese di aprile sono in arrivo, ma i soldi arriveranno in due diverse tranches, ognuna pari al 50% della retribuzione. Sulla data, i commissari straordinari del Gruppo Alitalia hanno assicurato che la valuta sarà 3 e 4 maggio 2021.

fnta-alitalia-facebook-3

Lo sblocco degli stipendi e la calendarizzazione dei pagamenti sono stati ben accolti dalle segreterie nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt e Ugl: ''I Commissari di Alitalia in amministrazione straordinaria hanno accolto "le nostre istanze" e hanno effettuato la disposizione dell'erogazione del restante 50% delle retribuzioni, che sarà disponibile sui conti correnti nella giornata di martedì 4 maggio''.

''Come da noi richiesto - scrivono le sigle in una nota congiunta - all’esito della riunione di oggi, è stato contestualmente convocato un tavolo di confronto, per la giornata di mercoledì 5 maggio, tra Alitalia in As, Ita e le organizzazioni sindacali, interessando anche il Mise e il Mef, sui temi della crisi Alitalia e della partenza della Newco, coerentemente con il Decreto Rilancio, onde rendere esigibile il finanziamento di 3 miliardi già stanziato per il progetto del vettore Nazionale. Proseguiremo con tutte le azioni necessarie ad ottenere un vero rilancio di Alitalia a tutela di tutti i lavoratori e nell’interesse del Paese".

''Inizialmente- concludono i sindacati - i commissari avevano garantito esclusivamente il pagamento del 50% delle retribuzioni di aprile per la giornata di lunedì 3 maggio. Condizione che abbiamo ritenuto inaccettabile, chiedendo il pagamento  del 100% degli stipendi e l’immediata attivazione del confronto tra Alitalia in A.S., Ita e le organizzazioni, in merito alla Crisi Alitalia e alla partenza della nuova Compagnia. I Commissari hanno chiesto una sospensione dell’incontro onde potersi confrontare con il Mise. Alla ripresa del confronto, successivamente alle verifiche intervenute fra le Parti, richieste dalle scriventi, veniva comunicato l’accoglimento delle nostre istanze e veniva effettuata la disposizione, in data odierna, dell'erogazione del restante 50% delle retribuzioni, che sarà disponibile sui conti correnti nella giornata di martedì 4 maggio".

Alitalia, la trattativa con Bruxelles

Gli stipendi di aprile arriveranno nei prossimi giorni, ma il destino della compagnia aerea è ancora in bilico. Secondo Margrethe Vestager vicepresidente della Commissione europea, la decisione è ad un passo: ''Siamo molto vicini, quasi pronti a prendere una decisione sui sostegni ricevuti da Alitalia". La Commissione ha da tempo aperto indagini sui due prestiti ponte ricevuti dalla compagnia, rispettivamente per 900 milioni e 400 milioni di euro.

''Sul dossier Alitalia/Ita continuo a credere che possiamo trovare una soluzione – ha aggiunto Margrethe Vestager  durante una conferenza stampa tenutasi a Bruxelles  ­ Sta all'Italia presentare una proposta rivista: stiamo aspettando una nuova proposta dalle autorità italiane. Il negoziato verte su due aspetti: la discontinuità economica tra Ita e Alitalia e il fatto che sia dimostrato che l'investimento dello Stato in Ita avvenga a condizioni di mercato''.

La vicepresidente della Commissione Ue è poi tornata sulla polemica della differenza di trattamento avuto dall'Europa nei confronti di Alitalia, rispetto a quanto avvenuto per le compagnie aeree di altri Paesi: ''Per quanto riguarda le compensazioni ricevute dalle compagnie aeree, bisogna sempre distinguere tra quelle che erano sostenibili prima della crisi della Covid-19, che ha falcidiato il settore dell'aviazione, e quelle non lo erano. Quando le cose sono diverse, vengono trattate in modo diverso: Lufthansa e Air France sono compagnie sostenibili, mentre Alitalia era in difficoltà già prima della pandemia".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alitalia, quando (e come) arrivano gli stipendi di aprile

Today è in caricamento