rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Gli obiettivi dell'azienda

Come cambiano le consegne di Amazon

La multinazionale ha annunciato il lancio di quattro hub di "micromobilità" (a Milano, Napoli, Genova e Bologna) che permetteranno di rendere le consegne più sostenibili

Amazon annuncia il lancio di quattro hub di "micromobilità" in Italia, nelle città di Milano, Napoli, Genova e Bologna, una decisione che secondo l'azienda di e-commerce servirà a rendere le consegne più sostenibili dal punto di vista ambientale, alleviando la congestione del traffico e riducendo allo stesso tempo l'inquinamento sia acustico che dell'aria nei centri urbani. 

Gli hub di micromobilità sono depositi di dimensioni contenute e ubicati in posizioni centrali. Nelle città europee tradizionalmente a elevata densità, questi centri di smistamento consentono di consegnare i pacchi utilizzando cargo bike e cargo scooter elettrici a tre ruote o direttamente a piedi. Il tutto, sostiene la multinazionale, per portare i pacchi ai clienti in modo più sostenibile e togliere dalla strada i tradizionali van. 

"I trasporti sono una componente fondamentale della strategia di Amazon per raggiungere zero emissioni nette di CO2 entro il 2040, impegno che abbiamo assunto con il Climate Pledge", ha commentato Gabriele Sigismondi, country director di Amazon Logistics Italia. "Questi hub di micromobilità consentono di aumentare l'efficienza delle nostre strutture esistenti e della flotta di veicoli elettrici dei nostri fornitori, e stanno già trasformando il modo in cui vengono effettuate le consegne ai clienti nelle aree a elevata densità".

Amazon sostiene che a Milano oltre il 25% dei pacchi in Area C (la zona a traffico limitato del capoluogo lombardo) viene consegnato dai fornitori di servizi consegna con cargo scooter elettrici a zero emissioni allo scarico grazie all'hub di Rogoredo. La quota continuerà a crescere nel 2023. A Napoli, spiega ancora la multinazionale dell'e-commerce, il 60% dei pacchi nella zona a traffico limitato viene consegnato attraverso cargo scooter elettrici. E ancora. L'hub di micromobilità di Genova - si legge nella nota dell'azienda - permette ai fornitori di servizi di consegna di Amazon Logistics di consegnare il 100% dei pacchi con cargo scooter elettrici nella zona a traffico limitato. Il più recente hub di micromobilità di Amazon si trova a Bologna e secondo Amazon contribuirà a ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 nella città. L'obiettivo per il prossimo anno è infatti di consegnare il 100% dei pacchi nella zona a traffico limitato della città utilizzando cargo scooter elettrici a tre ruote al posto dei tradizionali van.

Amazon, si legge ancora nella nota, ha già lanciato hub di micromobilità in più di 20 città europee e prevede di raddoppiare il numero delle città coinvolte entro la fine del 2025. L'azienda sostiene di aver consegnato nel 2021 ai propri clienti italiani più di 7 milioni di pacchi impiegando veicoli elettrici a zero emissioni allo scarico. In tutto Europa sono già in funzione più di 3.000 van elettrici  e, come parte del suo investimento di 1 miliardo di euro per supportare l'elettrificazione della rete dei propri fornitori, l'azienda prevede ne verranno impiegati oltre 10.000 entro il 2025.

La multinazionale sostiene inoltre di aver investito in oltre 100 progetti di energia rinnovabile in Europa, di cui 20 in Italia. Questi includono 17 siti alimentati da impianti fotovoltaici su tetto e 3 parchi solari off-site per una capacità produttiva complessiva di 106 megawatt. Alla fine del 2021, Amazon avrebbe raggiunto un approvvigionamento dell'85% da fonti rinnovabili in tutte le sue attività e, si legge ancora nel comunicato, è vicina all'obiettivo di alimentare tutte le sue attività con il 100% di energia rinnovabile entro il 2025.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come cambiano le consegne di Amazon

Today è in caricamento