Angi Incontra: intervista esclusiva a Rossella Sobrero, nuova presidente Ferpi

L’ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori, ha avuto il piacere di incontrare Rossella Sobrero, la nuova presidente della Federazione Relazioni Pubbliche Italiana, per parlare con lei in un’intervista esclusiva, dei progetti che intenderà portare avanti durante il suo mandato, della sua visione sul tema giovani e innovazione e del processo di rinnovamento in atto per il mondo dei comunicatori

Sobrero si occupa di comunicazione sociale e di sostenibilità da oltre 20 anni. È presidente di Koinètica, fondata nel 2002, prima realtà in Italia dedicata in modo esclusivo alla responsabilità sociale d’impresa. Alla consulenza affianca da sempre attività di docenza e di saggistica.

Domande intervista
1.    Recentemente è stata nominata nuovo presidente FERPI. Come vorrà contraddistinguere il suo percorso di presidenza e soprattutto che tipo di progetti e attività ci possiamo aspettare durante il suo mandato?
La valorizzazione della professione del comunicatore professionale e il rinnovamento dell’associazione sono le sfide più importanti.  Con il nuovo direttivo e altri colleghi disponibili, saremo impegnati per il riconoscimento del ruolo strategico della nostra professione nei processi decisionali delle organizzazioni.  

2.    Quale immagine intende dare alla Federazione Relazioni Pubbliche Italiana e quale processo di rinnovamento e di gestione ci dobbiamo aspettare?
FERPI ha una storia importante: da questa vogliamo partire nel processo di rinnovamento. L’obiettivo è rendere l’associazione più dinamica, vivace, flessibile per rispondere ai nuovi bisogni dei soci ma anche per affrontare un mercato in rapida trasformazione.  Hanno preso il via 15 gruppi di lavoro che affronteranno temi specifici e che dovranno proporre iniziative concrete su diversi argomenti. Inoltre stiamo organizzando uno steering commitee che avrà il compito di aiutarci a ripensare le regole associative.

3.    Lei si occupa di comunicazione sociale e di sostenibilità da oltre 20 anni. È presidente di Koinètica, fondata nel 2002, prima realtà in Italia dedicata in modo esclusivo alla responsabilità sociale d’impresa. Come giudica questa importante esperienza di vita e di lavoro e soprattutto il tema CSR avrà un valore importante in termini di comunicazione anche nell’universo FERPI?
Nel mio programma la sostenibilità gioca un ruolo importante: per questo ho sottolineato la necessità di contribuire alla crescita della cultura della sostenibilità nel nostro paese. Oggi tutte le organizzazioni devono essere consapevoli che stiamo vivendo una fase di grande trasformazione che chiede un cambio di rotta. Le organizzazioni che hanno fatto della sostenibilità un driver strategico hanno avviato un processo per produrre meglio con meno risorse, per migliorare il benessere dei collaboratori, per contribuire a risolvere i problemi della comunità …. Sono convinta che oggi le imprese devono non solo di agire in modo responsabile ma anche comunicare in modo trasparente. È quanto mai vera l’affermazione che le organizzazioni sono case di vetro esposte al giudizio degli stakeholder: trasparenza e responsabilità diventano quindi fondamentali. Non è sufficiente adottare politiche sostenibili: è necessario condividerle con gli stakeholder se si vuole rafforzare il capitale relazionale. 

4.    Innovazione e comunicazione, un tema di grande rilevanza e di attualità. Come giudica questo nuovo paradigma e soprattutto quali ritiene siano i maggiori trend in questo contesto?
Il mercato è in cambiamento e quindi anche la comunicazione deve rinnovarsi nel linguaggio e negli strumenti. Per esempio, la tecnologia consente un dialogo e un confronto con gli stakeholder impensabile fino ad pochi anni fa: grazie a piattaforme sempre più facili da utilizzare è possibile non solo comunicare con i diversi pubblici ma ingaggiarli. 
Una riflessione va fatta sulla rapida evoluzione dell’intelligenza artificiale: anche se non è ancora chiaro quale sarà l’impatto sul nostro lavoro, dobbiamo essere attenti e studiare da vicino l’evoluzione tecnologica in corso. Se in alcune attività un computer potrà simulare processi mentali ed elaborazioni tipiche degli esseri umani non credo, per il momento, che un robot possa gestire le relazioni...

5.    Quale messaggio si sente di dare alla comunità dei giovani e degli innovatori italiani, appassionati di comunicazione che vorrebbero prendere un cammino professionale simile al suo e potersi distinguere affermando il loro pensiero?
È necessario approfondire i contenuti, imparare a gestire le relazioni, essere sempre aperti al cambiamento e disponibili alla contaminazione: un mix di skill di natura tecnologica che deve completarsi con soft skill quali il pensiero critico, la creatività, la capacità di sintesi…

Per concludere mi fa piacere segnalare che in FERPI è nato da poco un gruppo di lavoro, coordinato da Gianandrea Gamba, che avrà il compito di proporre nuove idee per avvicinare all’associazione un numero sempre maggiore di universitari e giovani professionisti. Saranno organizzati incontri, hackathon, eventi formativi …. 

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: 5 buoni motivi per tacere

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

  • ‘Workaholism’, cos’è la dipendenza da lavoro e quali sono i sintomi per riconoscerla

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, estratto il "6" da 209 milioni di euro: i numeri vincenti di oggi 13 agosto 2019

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 10 agosto 2019: ecco i numeri vincenti

  • Pensioni, 80 euro e reddito di cittadinanza: cosa succede se cade il governo

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

  • Laura Chiatti 'presenta' il figlio su Instagram: "La somiglianza è impressionante" (FOTO)

Torna su
Today è in caricamento