Domenica, 9 Maggio 2021
Italia

Arriva l'Ape aziendale: ecco come andare in pensione in anticipo

Non solo ape volontario o ape sociale: l'anticipo pensionistico potrà essere finanziato dalle imprese o dai fondi di solidarietà settoriali per incentivare l'esodo dei lavoratori più anziani

L'anticipo pensionistico non si riduce al solo ape sociale o ape volontario: pronto il decollo dell'ape aziendale: le imprese potranno contribuire a finanziare le uscite anticipate dei proprio lavoratori per incentivare l'esodo degli occupati più anziani.

Pensioni, novità per l'anticipo pensionistico

L'anticipo pensionistico introduce una prospettiva che riduce i costi dell'Ape per i lavoratori: i datori di lavoro del settore privato, gli enti bilaterali o i fondi di solidarietà settoriali potranno, potranno versare all’INPS in unica soluzione al momento della richiesta dell’APE un contributo non inferiore all’importo della retribuzione percepita dal lavoratore prima del pensionamento per ciascun anno o sua frazione di anticipo rispetto alla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia.

L'operazione sostanzialmente determinerà un incremento della misura dell'assegno pensionistico che il lavoratore percepirà al momento dell'accesso alla pensione compensando, pertanto, la rata ventennale di restituzione dell'assegno per coprire il prestito finanziario. 

Ape aziendale, come funziona

Come spiega il portale specializzato Pensioni Oggi un datore di lavoro che voglia sostenere l'esodo di un proprio dipendente che ha percepito una retribuzione lorda di 30mila euro annui con un anticipo di tre anni rispetto alla normale data di uscita dovrà versare all'Inps un contributo non inferiore a 29.700 euro (30mila euro x 3 x 0,33), contributo che verrà accreditato sul conto assicurativo del lavoratore e darà luogo ad un incremento del montante contributivo che definisce il valore della quota di pensione determinata con il sistema di calcolo contributivo.

L'operazione non può, quindi, essere attivata nei confronti di coloro che hanno cessato il rapporto di lavoro. 

Inps, ecco come andare in pensione in anticipo

L’accordo individuale, una volta perfezionato, andrà accluso all’istanza di accesso all’APE da parte del lavoratore e una volta trasmesso all'Inps comporta una obbligazione irrevocabile per il datore di lavoro ad effettuare il versamento. Pensioni Oggi come esempio illustra il caso di un lavoratore che fruisce dell'ape dal 1° aprile 2018. L'azienda dovrà effettuare il versamento entro il 16 maggio 2018) Nel caso in cui il datore di lavoro non rispetti tale scadenza sarà applicata la sanzione prevista per omissione contributiva (5,55% all’anno). 

Il meccanismo diventerà un ulteriore strumento a disposizione delle imprese per incentivare il ricambio generazionale oppure per spedire in pensione la forza lavoro più anziana senza passare necessariamente per l'isopensione.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva l'Ape aziendale: ecco come andare in pensione in anticipo

Today è in caricamento