Sabato, 31 Luglio 2021
Pensioni

Assegno sociale a pensionati residenti all'estero: mega truffa all'Inps, 370 denunciati

Percepivano l'assegno di 450 euro sebbene non abitassero più nel nostro Paese: un danno per le casse dello Stato di 10 milioni di euro. Tra i casi più eclatanti quello di una coppia di anziani coniugi di origine tunisina che ha intascato 120mila euro

Immagine di repertorio

Risiedevano all’estero ma percepivano ugualmente l’assegno sociale di 450 euro al mese (per tredici mensilità che invece spetterebbe solo  a chi risiede in Italia.

Sono centinaia i casi scoperti dalle fiamme gialle nell'ambito dell'operazione "People out" che ha permesso di accertare complessivamente 479 casi irregolari. In totale le persone denunciate sono 370. Il danno stimato per lo Stato è di circa dieci milioni di euro, ma la Gdf conta di recuperare oltre 2,6 milioni l'anno grazie alla revoca dei pagamenti decisa dall'Inps subito dopo gli accertamenti. 

Gli autori degli illeciti, risultati per lo piu? domiciliati effettivamente nel Sud America e nell’Est Europa, sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato o sanzionati con pena pecuniaria.

I casi più eclatanti

Tra i casi più eclatanti quello di una coppia di anziani coniugi di origine tunisina, residenti in maniera fittizia nella provincia di Firenze, che ha beneficiato indebitamente di emolumenti per complessivi 120.000 euro ed e? risultata aver movimentato capitali verso il Principato di Monaco per 370.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è poi il caso di una donna una donna di 75 anni, di origine polacca, residente solo formalmente nella provincia di Frosinone, che in accordo con un italiano, suo ex datore di lavoro, ha potuto beneficiare illegittimamente di 50.000 euro, elargiti a suo favore dall’Ente su un conto corrente cointestato con il complice e movimentati verso l’estero tramite il sistema dei “money transfer”.

Ma tra i furbetti non mancano gli italiani. E' il caso di una coppia di coniugi di 72 e 73 anni, residente nel frusinate, che dopo il trasferimento definitivo all’estero ha continuato a percepire l’assegno sociale per complessivi 55mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno sociale a pensionati residenti all'estero: mega truffa all'Inps, 370 denunciati

Today è in caricamento