rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Tutte le novità

Assegno unico 2022: la cifra per ogni figlio e il "premio" se entrambi i genitori lavorano

La tanto attesa misura per le famiglie è all'orizzonte, anche se i confini non sono ancora definiti con certezza. Si parte a inizio 2022, non ci sono dubbi in merito ma il tempo per approntare il tutto stringe. Tutte le (probabili) novità. Bonetti: "Soddisfatta"

Che fine ha fatto l'assegno unico per ogni figlio? E' all'orizzonte, anche se i confini non sono ancora definiti con certezza. Si parte a inizio 2022, non ci sono dubbi in merito ma il tempo per approntare il tutto non è così tanto. Il decreto attuativo del Family Act che introdurrà la misura (che include anche il congedo parentale allargato) dovrebbe arrivare in Consiglio dei ministri la prossima settimana.

La data ancora non c'è.  Poi non finisce lì, perché il testo dovrà andare all’esame delle commissioni parlamentari competenti per materia e alla Conferenza unificata, che avranno 30 giorni di tempo per il via libera. Non si tratta di spicciolI: circa 180 euro a figlio (la cifra piena sarà assegnata alle famiglie con Isee più basso) mentre l’assegno dal terzo figlio dovrebbe salire da 240 a 260 euro.

Assegno unico per i figli 2022: a chi spetterà

Soddisfatta la ministra Bonetti, che al Sole 24 Ore dice: "Si tratta di uno stanziamento imponente, di 20 miliardi di euro l’anno. Finalmente un grande investimento per tutti i figli in tutte le famiglie. Ci sarà poi un importante incentivo per le lavoratrici madri: a parità di reddito l’importo dell’assegno sarà aumentato nel caso in cui entrambi i genitori lavorino (l’ipotesi è di 30 euro in più a figlio fino a 15mila euro di Isee, con un progressivo decalage all’aumentare del reddito, ndr). Una misura che contribuisce a evitare l’abbandono del lavoro da parte delle madri", assicura l'esponente di Italia viva.

Circa 180 euro a figlio (ma di più se entramni i genitori lavorano)

Da gennaio 2022 l'atteso sistema dell'assegno unico per ogni figlio entrerà in funzione a pieno regime. Per ogni figlio minorenne secondo le stime più credibili spetterà un assegno mensile fino a 180 euro, con un extra di 80-90 euro dal terzo figlio in poi. Quindi 180 euro per ogni figlio minorenne a salire fino a 260 dal terzo piccolo di famiglia in poi. La cifra piena sarà assegnata ovviamente alle famiglie con Isee più basso (la soglia dovrebbe essere di 9mila euro), ma 40-50 euro al mese minimo ci sarebbero anche per gli Isee più alti. C'è una novità grossa da rimarcare: non era scontato fino a qualche mese fa il "premio" le famiglie con entrambi i genitori che lavorano. I decreti attuativi introdurranno una maggiorazione per il secondo percettore di reddito, in modo tale da non disincentivare il lavoro femminile. Circa 30 euro, dunque, verranno aggiunti all’assegno unico delle famiglie in cui a "pesare" sull’Isee (e ad abbassare l'assegno unico) sono gli stipendi di entrambi i genitori.

Come fare domanda all'Inps

La transizione verso il nuovo assegno unico non sarà una passeggiata. L'assegno unico per i figli porterà alla sostituzione o eliminazione di molte misure: assegni al nucleo familiare e assegni familiari; assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori riconosciuti dai Comuni;  assegno di natalità e premio alla nascita.  Le ipotesi allo studio per un passaggio morbido al nuovo sussidio sono più d'una: l'addio a detrazioni per i figli a carico e Anf avrà infatti subito un impatto sui dipendenti e va evitata anche solo per pochi mesi una situazione in cui le famiglie si trovino con meno soldi in tasca: sono ben nove milioni i nuclei familiari con figli minori di 21 anni a carico. Attenzione: l'assegno unico arriverà solo se si presenta domanda all’Inps. Non sarà quindi automatico, la domanda bisogna approntarla e presentarla. Non un passaggio così scontato, che andrà comunicato con le dovute tempistiche e modalità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno unico 2022: la cifra per ogni figlio e il "premio" se entrambi i genitori lavorano

Today è in caricamento