Lunedì, 20 Settembre 2021
ECONOMIA

Autostrade, ecco gli aumenti da gennaio 2015

Come ogni anno a ridosso della fine dell'anno il governo provvede ad "adeguare" le tariffe dei caselli. Ma stavolta, denunciano le associazioni dei consumatori, "è un salasso"

Buon Natale e felice anno nuovo. Nei periodi di festa, si sa, è importante rispettare le tradizioni. E così, come ogni dicembre, ecco - puntuale  il "caro autostrade". Una brutta notizia alla quale gli italiani sono ormai abituati ma che stavolta, almeno stando alla denuncia di Elio Lannuti di Adusbef e Rosario Trefiletti di Federconsumatori, siamo al cospetto di un vero e proprio "salasso".

UN ESEMPIO - Un esempio per capire la "mole" degli aumenti: la Roma-Pescara. "Le concessionarie hanno presentato già richieste di aumenti per il 2015 fino al 9 per cento, come nel caso della Roma-Pescara, il cui pedaggio costerebbe 1,6 euro in più".
 
MORATORIA - E proprio perché, stavolta, i rincari sono troppo … "cari", le associazioni dei consumatori hanno chiesto al ministro Lupi una moratoria. Niente aumenti. Almeno per quest'anno. Anche perché, lo scorso anno, Lupi dixit: "L’incremento si è fermato a una media del 3,9%, mentre quello richiesto dalle concessionarie era pari al 4,8%. La riduzione deriva dall’esigenza di attenuare l’impatto degli incrementi tariffari sull’utenza in un periodo di crisi economica. Il risparmio per l’utenza è quantificabile in circa 50 milioni di euro annui". 

IL GIOCO DELLE TRE CARTE - In pratica, denunciano Lannutti e Trefiletti, si era trattato di “un vero e proprio gioco delle tre carte quello di concedere aumenti superiori all’inflazione, spacciandoli per un risparmio di 50 milioni di euro”.

GLI AUMENTI 2014 - Ed eccoci ai numeri, forniti sempre da Adusbef e Federconsumatori che hanno stilato un elenco in cui sono riportati gli aumenti percentuali per ciascuna società concessionaria autostradale: 

Ativa +0,82 
Autostrade per l’Italia +4,43
Brennero +1,63
Brescia-Padova +1,44
Centropadane +8,01
Cisa +6,26
Autostrada dei fiori +2,78
Autovie venete +7,17
Milano Serravalle e Mi. Tang.li +4,47 
Tangenziale di Napoli +1,89
Rav +5,00
Salt +3,07
Sat +5,00
Autostrade meridionali (Sam) 0,00
Satap A4 Tronco Novara Est – Milano e Torino – Novara Est +5,27
Satap Tronco A21 TO-AL-PC +1,66
Sav (autostrada e raccordo) +5,00
Sitaf – Barriera di Bruere +4,23
Sitaf – Barriera di Avigliana +4,31
Sitaf – Barriera di Salbertrand +3,81%, Torino-Savona +1,60
Cav – A4 Venezia-Padova, Tangenziale Ovest di Mestre e raccordo con aeroporto Marco Polo e Passante di Mestre +6,26
Strada dei Parchi +8,28.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrade, ecco gli aumenti da gennaio 2015

Today è in caricamento