rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Soldi

Aumenti bollette 2022: cosa farà il governo Draghi

Visto che lo stanziamento di nuovi fondi sembra fuori discussione, si va verso la prospettiva di una serie di minori entrate future per l’Erario: tradotto, cancellare l'Iva sulle bollette e una parte delle accise

Cosa può fare l'esecutivo per gestire l‘impatto su cittadini e imprese dei prossimi aumenti delle bollette a inizio 2022. 3,8 miliardi sono stati stanziati nella legge di Bilancio, ma secondo le ultime indiscrezioni altri 3 miliardi potrebbero arrivare da un decreto apposito con cui sterilizzare una parte degli aumenti azzerando l’Iva sulle bollette o riducendo una parte delle accise. La bolletta elettrica si compone di quattro voci: la componente energia (circa il 60% del totale), le spese per il trasporto e la gestione del contatore (18%), gli oneri di sistema (10%) e le imposte (10%).  Entro la fine del 2021 verranno comunicati gli aggiornamenti per le tariffe di luce e gas, in vigore per il periodo gennaio-marzo 2022, con aumenti stimati tra il 20 e il 25% rispetto ai tre mesi precedenti per l'energia elettrica e tra il 35 e il 40% per il gas naturale. Si tratta di circa 800 euro in più a famiglia, stima Nomisma (136 euro in più a famiglia per la luce, 679 per il gas). Questi rincari andranno ad aggiungersi a quelli già avvenuti nel terzo e quarto trimestre del 2021, registrando aumenti per il sesto trimestre consecutivo.

Aumento bollette: ipotesi taglio Iva e accise

I 3,8 miliardi in manovra si sommano ai circa 5 miliardi già impegnati da Palazzo Chigi e dal parlamento per “sterilizzare” gli aumenti scattati nel terzo e quarto trimestre. Servono però almeno altri 3 miliardi per avere un effetto che porti a dimezzare i rincari? Visto che lo stanziamento di nuovi fondi sembra fuori discussione nelle prossime settimane, si può ragionare su una serie di minori entrate future per l’Erario: tradotto, cancellare l'Iva sulle bollette e una parte delle accise.

Il Ministero della Transizione ecologica ha allo studio contributi per le fasce più deboli della popolazione e per sostenere le aziende. E' all'esame del Mite anche una proposta del viceministro dello Sviluppo economico, Gilberto Pichetto (Fi), di un fondo statale di garanzia che consenta alle aziende di rateizzare bollette per un periodo molto lungo. Il governo ha "rinunciato" alla soluzione adottata da paesi come Francia e Spagna, dove gli operatori sono stati obbligati a far scattare gli aumenti solo fino a un certo livello: la differenza verrà recuperata più avanti, quando le tariffe dovrebbero calare con il ritorno alla normalità dei mercati mondiali delle materie prime. Anche in Italia però l'obiettivo è il superamento della stagione invernale, fino a marzo. Sperando che il leggero miglioramento previsto dagli analisti in primavera sia più robusto di quanto ipotizzato.

Quanto aumenteranno le bollette a gennaio 2022

Con il sussidio di 3,8 miliardi di euro le bollette del metano a gennaio rincareranno del 35 per cento e quelle dell’elettricità del 15 per cento. Senza interventi della politica, il 1 gennaio le tariffe italiane del metano sarebbero aumentate del 50 per cento e quelle dell’elettricità del 25 per cento. Serve qualcosa in più. La strategia pragmatica e realista dovrebbe orientarsi alla ricerca di una coniugazione tra le prospettive di medio-lungo termine per costruire un'economia ad alta sostenibilità basata sull'efficienza e l'innovazione tecnologica e le necessità di breve periodo per proteggere la crescita.

Draghi sarebbe favorevole all'opzione di un consorzio europeo per lo stoccaggio del gas. Lo ha detto lo stesso presidente del Consiglio, rispondendo a domanda in conferenza stampa a Brdo, al termine del vertice Ue in Slovenia qualche mese fa. "Certamente - ha affermato il premier - reputo una cosa molto positiva non farsi trovare impreparati rispetto a picchi dell'energia che non hanno solo conseguenze sull'economia ma anche sulla distribuzione, sulla diseguaglianza. L'aumento dei prezzi dell'energia che stiamo sperimentando in Italia è problema di tutti". Problema di tutti, ma soluzioni diverse da paese a paese. 

Bollette, nuova stangata a gennaio con rincari fino al 40%

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenti bollette 2022: cosa farà il governo Draghi

Today è in caricamento