Giovedì, 6 Maggio 2021

Altro che tagli: il Governo fa shopping di auto blu e grigie

Mentre si moltiplicano gli allarmi sulla mancata crescita dell'economia italiana, sul sito della Consip sono comparsi alcuni bandi che prevedono l'acquisto di 8.280 veicoli per una spesa totale di circa 168milioni di euro

Le auto blu al Quirinale (FOTO ANSA)

Taglio agli sprechi: un obiettivo chiaro del Governo gialloverde, più volte sbandierato da Salvini e Di Maio, e ribadito in seconda battuta anche dal premier Conte. Tra politica e Pubblica Amministrazione i soldi pubblici che si potrebbero risparmiare sono moltissimi, ma mentre l'attenzione è proiettata sull'incubo recessione e sulle prossime elezioni europee, l'esecutivo è pronto a spendere 168 milioni di euro per acquistare auto blu e grigie per la P.A. 

Il Governo fa shopping di auto blu e grigie

Basta fare un giro sul sito della Consip,  la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana di cui l'unico azionista è il Ministero dell'Economia e delle Finanze, per trovare i bandi di gara per l'acquisto di 7.900 auto grigie, ossia veicoli con o senza autista con una cilindrata inferiore a 1600 cc, a cui si aggiungono altre 380 auto blu, vetture con una cilindrata superiore ai 1.600 cc. Così, mentre dall'Ocse arrivano pessime notizie sulle condizioni dell'economia italiana, il Governo acquista 8.280 veicoli tra vetture, furgoni e motociclette, destinate a rinnovare i garage di enti locali e polizie locali. Un acquisto che con tutta probabilità accenderà le polemiche, soprattutto alla luce dell'alto rischio di recessione. 

Auto grigie: 7.900 veicoli per 120 milioni di euro

L'acquisto più incisivo riguarda quello di 7.900 auto grigie in noleggio senza conducente suddiviso in sette lotti, ognuno relativo ad una specifica tipologia: city car compatte, auto a trazione integrale, veicoli ibridi ed elettrici, furgoni, autocarri e moto da enduro, tutti con la formula del Noleggio a Lungo Termine. Il valore complessivo di tutti i lotti è di circa 120 milioni di euro. Di queste vetture, 1.500 sono destinate alle forze dell'ordine, 1.250 al trasporto di persone e merci, con la fornitura che non riguarda soltanto le amministrazioni centrali come i ministeri e gli enti nazionali, ma anche amministrazioni locali come Regioni, Comuni e Asl. 

Auto blu: 380 vetture per 48 milioni di euro 

Per quanto riguarda invece le auto blu sul sito della Consip è possibile visionare un bando a parte che prevede la fornitura di 380 veicoli: 140 berline a tre volumi, 80 vetture a cinque porte e 160 fuoristrada. In questi casi si tratta si acquisto con le vetture che saranno destinate alle amministrazioni centrali. In questo caso il valore totale della fornitura è di circa 48 milioni di euro, dei quali 15 destinati all’acquisto delle berline a tre volumi, 9 a quello delle berline a cinque porte e 23 a SUV e fuoristrada.  

auto-blu-5

I tagli alle auto blu e grigie

Negli anni passati gli sprechi dovuti al numero eccessivo di auto blu e grigie erano spesso stati al centro di un acceso dibattuto, che aveva portato, tra il 2014 e il 2018, ad una cospicua riduzione delle vetture in dotazione alla Pubblica Amministrazione, passate da 66mila a circa 29mila. Prima di questa sforbiciata i dati sulle spese parlavano di oltre un miliardo di euro, ma non essendoci al momento dati più recenti non è possibile quantificare l'impatto attuale. Certamente questi nuovi acquisti sembrano andare in controtendenza sia con la strada intrapresa che con le dichiarazioni del Governo.

Auto blu e grigie, Di Maio: "Subito un'inchiesta"

Intanto sull'argomento è intervenuto il vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio che  ai microfoni di Radio Rtl 105.2 ha commentato la notizia: ''Oggi c'è una notizia che parla di shopping del governo con 8.280 auto blu e grigie per 168 milioni di euro. Avvierò subito un'indagine interna ai Ministeri per capire se questi bandi si stanno avviando i automatico perché il nostro obiettivo è ridurre le auto blu''.

"Per ora -dice il vicepremier- ringrazio il giornalista che ha fatto l'inchiesta, verificheremo se è vero, e se sarà vero si bloccherà tutto. Abbiamo iniziato con delle direttive date sulle scorte, riducendone il numero, e lo faremo sempre di più anche con le auto che vengono utilizzate sia per scorte che per auto di servizio e continueremo ad andare avanti sulla riduzione delle auto blu e sull'utilizzo di una serie di privilegi. Finalmente nei prossimi giorni riusciremo a portare nel dibattito parlamentare la legge che taglia gli stipendi ai parlamentari, non si smette mai di tagliare privilegi e dobbiamo fare di più". 

Il Codacons presenta un esposto alla Corte dei Conti

Immediata anche la reazione del Codacons, che ha presentato un esposto alla Corte dei Conti affinché, se confermati i fatti così come emersi, blocchi con urgenza i bandi relativi all’acquisto di 8.280 auto veicoli.

"Chiediamo alla magistratura contabile di fare chiarezza sul caso, aprendo una apposita indagine volta ad appurare i dati pubblicati nelle ultime ore – spiega il presidente Carlo Rienzi – Se sarà confermato lo shopping di auto blu a spese dei cittadini, la Corte dei Conti dovrà bloccare i relativi bandi e appurare il danno erariale per le casse dello Stato e, di conseguenza, per la collettività".

“Sarebbe infatti assolutamente grave - conclude Rienzi - e contro qualsiasi principio di economicità e ragionevolezza acquistare nuove auto di Stato quando tutti gli indicatori economici del nostro paese sono negativi e l’Italia attraversa una delicata fase di incertezza, nella quale i conti pubblici dovrebbero essere preservati da sprechi e costi assurdi legati ai privilegi della casta". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro che tagli: il Governo fa shopping di auto blu e grigie

Today è in caricamento