rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Economia

Per salvare la Banca Popolare di Bari servono 1,4 miliardi di euro

Il Fondo Interbancario di tutela dei depositi ha stanziato 310 milioni di euro in favore della Banca Popolare di Bari

Un aumento di capitale di 1,4 miliardi di euro. Questo il progetto di rafforzamento patrimoniale necessario a salvare la Banca Popolare di Bari, istituto di credito finito in dissesto da diverso tempo, ma detonato a dicembre 2019.

Nell'ambito di questo progetto di rafforzamento patrimoniale è sceso in campo anche il Fondo Interbancario di tutela dei depositi che stanzierà 310 milioni di euro in favore della Banca Popolare di Bari. La decisione presa oggi dal comitato di gestione dopo la richiesta avanzata il 27 dicembre scorso dai Commissari straordinari dell'istituto di credito pugliese in dissesto.

Il fondo interbancario si è impegnato a rafforzare il patrimonio della Banca contribuendo fino ad un importo massimo di 700 milioni di euro "per perseguire gli obiettivi di risanamento e di rilancio".

Ora i commissari dovranno predisporre un Piano industriale approfondendo una valutazione sugli attivi e passivi della banca. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per salvare la Banca Popolare di Bari servono 1,4 miliardi di euro

Today è in caricamento