Lunedì, 2 Agosto 2021
Economia

Banche online e conti correnti a costo zero: come orientarsi

Il boom dovuto ai costi di gestione praticamente nulli. Vale la pena, allora, passare in rassegna le offerte delle varie banche

Foto di repertorio

I conti correnti online sono sempre più numerosi e popolari, soprattutto perché hanno costi di gestione praticamente nulli. Vale la pena, allora, passare in rassegna le offerte delle varie banche.

Il conto corrente zero spese Hello! Money di Hello Bank! si apre gratuitamente, non prevede spese di gestione e di canone, ha un tasso di interesse fino all’1,25%, prelievi gratuiti sia in Italia che all’estero, e permette di fare le più frequenti operazioni bancarie via internet senza costi. Per aprirlo sono necessarie la foto o la scansione di un documento d'identità, del codice fiscale e della propria firma e vanno inoltre forniti i dati anagrafici e alcune informazioni riguardanti reddito e nucleo familiare, nonché un bonifico da 10 euro a completamento dell'operazione. 

Ing Direct offre il conto corrente Arancio a zero canone annuo anche per carta di debito, carta di credito e carta prepagata non comporta alcuna spesa per apertura, chiusura, accredito dello stipendio, pagamento di bollette, prelievi con carta di debito sia in Italia che in Europa e bonifici. L’apertura del conto si effettua ovviamente on-line fornendo i propri dati anagrafici e in caso di giacenze inferiori ai 5.000 euro non si paga l’imposta di bollo annuale do 34,20 euro.

Conto DB Online Plus di Deutsche Bank prevede 18,60 euro di costi variabili all’anno e il pagamento dell'imposta di bollo di 34,20 euro all’anno, che non è dovuta se la giacenza media non supera i 5.000 euro, ma consente di non pagare le carte bancomat e non applica costi sull’esecuzione di qualsiasi operazione e sui prelievi. 

Il Conto Webank di Banca Popolare di Milano garantisce un rendimento lordo dello 0,15% annuo, non prevede il pagamento del canone né commissione su prelievi e bonifici, ma comporta il pagamento dell’imposta di bollo di 34,20 euro l’anno.

CheBanca! offre un conto corrente esente da imposta di bollo anche in caso di giacenze superiori ai 5.000 euro ma ha un costo di 3 euro per lo svolgimento di operazioni e di bonifici alla sede principale.

La Banca di Credito Valtellinese offre un conto corrente online privo di spese, senza costi sulle operazioni e sulla prima registrazione e paga direttamente, al posto del cliente, il bollo di 34,20 euro. 

Il conto corrente online di Banca Dinamica non prevede nessun canone fisso mensile da pagare e consente di svolgere qualsiasi operazione a costo zero, incluse le operazioni svolte con carta di credito, in tutta Europa, e i prelievi agli sportelli bancomat. Al conto corrente viene riconosciuto un tasso di interesse del conto pari all'1%.

Il conto corrente WeBank non prevede alcun costo di apertura né canone annuo.  I prelievi con il bancomat sono gratuiti in tutta Europa, come pure i bonifici, le ricariche telefoniche e i pagamenti MAV e RAV. E’ inoltre possibile richiedere una carta di credito e un libretto degli assegni, che veranno recapitati a casa senza spese aggiuntiva. 

Anche il conto Fineco non prevede costi di attivazione/chiusura, canone annuo o commissioni sulle operazioni e consente di avere gratuitamente carta di credito e libretto degli assegni senza e di effettuare prelievi gratuiti tramite bancomat. Il conto può essere aperto online e se si dispone di webcam non occorre stampare e spedire nessuna documentazione.

Widiba, banca online del Gruppo Monte dei Paschi, propone un conto corrente che può essere aperto interamente online, che include carta di credito e bancomat e la possibilità di prelievi gratuiti presso tutti gli sportelli bancomat. Dietro pagamento di 4,15 euro si può avere anche un carnet di assegni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banche online e conti correnti a costo zero: come orientarsi

Today è in caricamento