rotate-mobile
Domenica, 1 Ottobre 2023
Caro carburanti

Benzina a 2 euro al litro, arriva il bonus di 80 euro (ma non subito)

Il prezzo della verde al self service supera la quota psicologica di 2 euro al litro in media nazionale, il gasolio tocca i massimi del 2023, e il governo Meloni deve correre ai ripari

Non si tratta più di picchi solo in determinate regioni. Il prezzo della benzina in self service supera quota 2 euro al litro in media nazionale, il gasolio tocca i massimi del 2023, nonostante il calo delle quotazioni dei prodotti raffinati (sempre comunque sopra i mille dollari la tonnellata). E' quanto emerge dalle rilevazioni di Staffetta Quotidiana. Per la benzina verde siamo ai massimi dal 15 luglio 2022, quando però era in vigore il taglio delle accise di 25 cent/litro (30 Iva inclusa). All'epoca il prezzo senza sconto avrebbe superato i 2,3 euro/litro.

Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all'Osservatorio prezzi del ministero delle Imprese e del made in Italy ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 18mila impianti: benzina self service a 2,003 euro/litro, diesel self service a 1,938 euro/litro. Benzina servito a 2,136 euro/litro, diesel servito a 2,071 euro/litro. Gpl servito a 0,712 euro/litro, metano servito a 1,396 euro/kg, Gnl 1,265 euro/kg. Sulle autostrade invece la benzina self service è a 2,075 euro/litro (servito 2,317), il gasolio self service a 2,018 euro/litro (servito 2,269), il Gpl a 0,852 euro/litro, metano 1,521 euro/kg, il Gnl a 1,277 euro/kg.

Bonus di 80 euro all'orizzonte

Per dare un segnale contro il caro carburanti il governo avrebbe allo studio un bonus da 80 euro al mese per i possessori della carta "Dedicata a te" lanciata a luglio. La misura non sembra comunque destinata a diventare realtà a stretto giro di posta: secondo fonti dell'esecutivo dovrebbe infatti prendere forma solo dopo il varo della Nota di aggiornamento al Def, atteso per mercoledì 27 settembre. Questo "bonus", come anticipato da alcuni quotidiani nel weekend, dovrebbe essere caricato direttamente sulla social card "Dedicata a te" (la platea dunque sarebbe la medesima) che già prevedeva un contributo unico di 382,50 euro per l'acquisto di beni e alimenti per famiglie di almeno tre componenti e un Isee fino a un massimo di 15.000 euro lordi. Si stima che del bonus benzina potranno beneficiare fino a 1,3 milioni di famiglie. Per un mese la misura costerebbe poco più di 100 milioni di soldi pubblici. Non c'è, però, nessuna ufficialità al momento.

L'impatto del caro-carburanti sulle imprese artigiane

L'impatto del caro-carburanti sulle imprese artigiane è a livelli preoccupanti, secondo il presidente di Confartigianato Marco Granelli, che nei giorni scorsi ha sottolineato come, secondo una rilevazione dell’Ufficio studi dell'associazione, in Italia i prezzi alla pompa dei carburanti rimangano tra i più elevati in Europa: siamo al 6° posto nell'Ue a 27 sia per la benzina che per il gasolio.

I rincari, per la benzina, sono stati finora del 14,4% rispetto allo scorso anno, mentre per quelli del gasolio l'aumento si ferma "solo" al 2,7%. In Italia il prezzo dei carburanti alla pompa supera del 6,6% la media dell'Ue a 27. Granelli, intervistato su Rai Radio1, ha quindi sollecitato interventi per tenere sotto controllo i prezzi ed evitare speculazioni, ma anche per ridurre la componente fiscale.

L'Italia, va sempre ricordato, presenta la più elevata tassazione sui carburanti tra i 27 paesi dell'Ue: pesa per il 53,4% del prezzo alla pompa, superiore di oltre tre punti percentuali al 49,8% medio dell'Eurozona.

Continua a leggere su Today.it...

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benzina a 2 euro al litro, arriva il bonus di 80 euro (ma non subito)

Today è in caricamento