rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
La bolla bitcoin / El Salvador

Il crollo del Bitcoin manda in default El Salvador

La nazione centramericana era stata la prima al mondo a riconoscere la criptovaluta come moneta di stato inserendola nella sue riserve monetarie

In tanti si stanno chiedendo se la bolla del bitcoin e delle criptovalute sia veramente scoppiata: la valuta digitale più popolare al mondo ha visto giovedì il suo prezzo crollare a 25.424 dollari, il 60% in meno rispetto al massimo storico dello scorso novembre e al minimo dalla fine del 2020.

Tra le cause delle oscillazioni della valuta che rappresenta il 40% del mercato delle monete digitali, i timori legati all'aumento dell'inflazione e la stretta monetaria della banca centrale americana con la Fed che ha messo fine al "denaro facile". Ora è in corso un redde rationem per l'intero asset dopo che l'aumento del prezzo delle criptovalute a fine 2020 era stato avviato dall'adozione del bitcoin da parte del servizio di pagamento online Paypal. Da allora il settore, spinto dall'interesse di Wall Street e dalla voglia di integrarsi con le grandi istituzioni finanziarie, sembrava essersi stabilizzato tanto che la nazione di El Salvador, aveva riconosciuto la cripto-valuta come moneta di stato inserendola nelle sue riserve monetarie.

Secondo quanto dichiara l'autorevole quotidiano spagnolo El Pais il crollo repentino del valore di Bitcoin, in combinazione con una situazione economica già fortemente provata, renderebbe difficile per El Salvador onorare il bond da 800 milioni di dollari in scadenza a gennaio 2023. Il rischio diventa giorno dopo giorno più concreto, tanto che la valutazione dei titoli di stato di El Salvador è scesa al rating di “spazzatura”. Sia Fitch che Moody’s sono concordi nel ritenere ormai senza valore i titoli di stato di El Salvador. 

un'azienda che accetta pagamenti in criptovaluta in San Salvador-2

Un’ancora di salvezza potrebbe essere rappresentata dal Fondo Monetario Internazionale ma l’organizzazione potrebbe aiutare la nazione centro-americana a pagare il suo debito pubblico, solo a condizione che il governo Bukele non riconosca più Bitcoin come moneta legale. I negoziati con il FMI sono, al momento, bloccati a causa proprio del riconoscimento del Bitcoin come moneta legale. A detta del FMI, infatti, il Bitcoin "espone le casse statali alla volatilità dei prezzi della criptovaluta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il crollo del Bitcoin manda in default El Salvador

Today è in caricamento