Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia

Bitcoin, fuga dalla moneta digitale: i governi varano la stretta sulle criptovalute

Prima la Corea del Sud, ora la Francia si prepara a mettere un freno all'ondata speculativa legata al rialzo della moneta senza regole: e il prezzo del bitcoin si sgonfia

La Francia si prepara a mettere sotto osservazione i bitcoin e le criptovalute, ritenute un potenziale "pericolo per l'economia dei propri cittadini". Lo ha annunciato il ministro dell'Economia Bruno Le Maire. La decisione, ha spiegato, per arginare i rischi delle speculazioni, legate in particolare ai bitcoin. 

La Francia istituirà una commissione di vigilanza guidata da Jean-Piere Landau, ex governatore della Banca di Francia, già ribattezzato Monsieur Bitcoin: nel 2014 definì le criptovalute "i tulipani del XXI secolo", in riferimento alla speculazione avvenuta quattrocento anni fa proprio intorno ai bulbi del prezioso fiore.

"Lo scopo di questa missione sarà di ripensare i regolamenti a favore dello sviluppo, impedendone l'utilizzo per finalità quali l'evasione fiscale, il riciclaggio di denaro o il finanziamento di attività criminali e terrorismo"

Nelle stesse ore il presidente della Bundesbank Joachim Wuermeling, ha dichiarato che la creazione di regolamenti nazionali contro le criptovalute sarebbe inutile senza un coordinamento internazionale.

Intanto il valore del bitcoin è crollato del 18% raggiungendo il valore minimo da quattro settimane. A far sgonfiare la moneta digitale la diffusione della notizia che la Corea del Sud potrebbe vietare il trading in criptovalute.

Bitcoin valore oggi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitcoin, fuga dalla moneta digitale: i governi varano la stretta sulle criptovalute

Today è in caricamento