rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Economia

Gas e luce 2019: come avere gli sconti (e occhio al messaggio in bolletta)

Tariffe agevolate sulle bollette di luce e gas, misure confermate per il nuovo anno: chi può ottenere gli sconti e quali sono i requisiti per il bonus 2019. In allegato alle bollette emesse nel primo semestre 2019, inoltre, ci sarà un messaggio di Arera: ecco tutte le informazioni necessarie

Gli sconti sulle bollette di luce e gas fanno parte di un pacchetto di misure di aiuto sociale introdotto nel 2009. E sono misure confermate anche per il 2019. Chi ha diritto al bonus luce e gas, dunque? Le famiglie numerose a basso reddito o con comprovati disagi economici hanno diritto a degli sconti sulle bollette di luce e gas, rivolgendosi ai Caf territoriali o al Comune di residenza: per ottenere lo sconto sulle bollette di luce e gas bisogna compilare l'apposito modulo di richiesta (presso il Caf o l'ufficio del Comune) e allegare il certificato ISEE per il 2019. Questa richiesta, precisiamo, non è soggetta ad alcun costo. Vediamo insieme chi ne ha diritto e quali sono, nel dettaglio, le operazioni da fare per la richiesta dello sconto in bolletta

Bonus luce e gas 2019: chi ha diritto allo sconto in bolletta

Lo sconto su luce e gas è subordinato al rispetto di precisi requisiti: in primo luogo il richiedente deve essere un cliente domestico, titolare di utenze gas e luce con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale. In secondo luogo, il suo ISEE non deve superare un importo determinato. Nello specifico, il bonus luce e gas è concesso solo a chi dichiara un ISEE 2019 non superiore a 8.107,5 euro e, per le famiglie con almeno tre figli a carico, non superiore a 20.000 euro. A questi limiti se ne aggiunge anche un altro: il patrimonio mobiliare del richiedente non deve superare i 6.000 euro: questa soglia, inoltre, va accresciuta di 2.000 euro per ogni figlio successivo al primo e di 1.000 euro per ogni figlio successivo al secondo, fino a un massimo di 10.000 euro.

Bollette luce e gas: lo sconto nel 2019 e il rinnovo della richiesta

Chi soddisfa i requisiti richiesti ha uno sconto proporzionato alla dichiarazione ISEE che viene applicato direttamente alla cifra indicata sulle bollette di luce e gas. Lo sconto si estende per un arco temporale di dodici mesi ed è rinnovabile presentando una nuova richiesta, nelle medesime modalità, entro e non oltre due mesi dalla scadenza prevista. Per il momento non è ancora chiaro se gli sconti su luce e gas per il 2019 saranno un beneficio alternativo oppure si potranno cumulare al "tanto atteso" reddito di cittadinanza.

Gas e luce, il messaggio per tutti in allegato alle bollette

Attenzione: in tema bollette c'è una importante novità nel 2019. In allegato alle bollette di luce e gas arriverà ai consumatori un messaggio di Arera per dare le informazioni necessarie sul passaggio al mercato libero previsto per luglio 2020. Di cosa si tratta? Andiamo con ordine. Da luglio 2020 il mercato libero diventerà l'unica opzione disponibile per le forniture energetiche, con i consumatori di tutta Italia che nel frattempo dovranno informarsi a dovere, così da avere a disposizione tutti gli strumenti necessari per valutare e scegliere in maniera consapevole con chi stipulare una fornitura. Proprio per questo motivo l'Arera, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ha predisposto un messaggio che verrà inserito nelle bollette emesse nel primo semestre 2019 da tutti gli operatori della maggior tutela elettrica e i fornitori della tutela gas.

Il riscaldamento è una stangata?I 'trucchi' per risparmiare in bolletta  

Come previsto dalla legge Concorrenza, dopo aver previsto messaggi simili già dall'inizio del 2018, l'Autorità ora aggiorna la propria comunicazione in bolletta per aiutare le famiglie a muoversi gradualmente verso la comprensione del mercato libero, per valutare il proprio contratto di fornitura e, eventualmente, considerare la possibilità di cambiare fornitore e/o offerta.

bollette foto ansa-2

Dal 1 luglio 2020 è  in programma l'abolizione del servizio di maggior tutela, che garantisce la fornitura dell'energia elettrica ai clienti domestici e piccole imprese che non hanno deciso di passare al mercato libero. Ecco il messaggio che tutti i consumatori ancora in tutela troveranno in bolletta: "Dal 1 luglio 2020, contratti di fornitura come il Suo, con prezzo aggiornato dall'Autorità (Arera), non saranno più disponibili. Può già oggi cambiare contratto o fornitore in maniera semplice e gratuita con la garanzia della continuità del servizio: verifichi le offerte disponibili nella Sua zona sul ''Portale Offerte'', dove può anche valutare proposte con condizioni contrattuali standard dell'Autorità e prezzo libero (offerte Placet). Per maggiori informazioni, consulti il sito www.ilportaleofferte.it o chiami il numero verde 800 166 654".

Per approfondire: qui e qui

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas e luce 2019: come avere gli sconti (e occhio al messaggio in bolletta)

Today è in caricamento