rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
Le agevolazioni sulle utenze

Bollette luce e gas: cosa succede da aprile

Il governo deve decidere se prorogare gli sconti in scadenza alla fine del primo trimestre. Le stime di Assoutenti: senza il taglio degli oneri i rincari per gas e luce saranno rispettivamente del 58% e 27%. La buona notizia è che il prezzo dell'energia sul mercato sta scendendo

Saranno confermati gli sconti in scadenza il 31 marzo per le bollette? Il ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, è possibilista, ma non si sbilancia. "Stiamo facendo in questi giorni una valutazione in raccordo con il ministero dell'Economia che tiene i cordoni della borsa e questo influirà certamente nell'inserire anche tutto, in parte o nulla, dei cosiddetti oneri di sistema nella bolletta" dice ospite di Start, su Skytg24. 

"Confermo che dopo un primo ribasso del 20% nel precedente trimestre dovremo riavere un 20% che si unisce al 34% del gas e al successivo 10. Quindi il trend è abbastanza buono", chiarisce il ministro, aggiungendo però che per un nuovo intervento "bisogna andare con cautela".

Fra le misure da rinnovare ci sono il credito di imposta per le imprese energivore, l'Iva ridotta dal 22% al 5% per il metano e il teleriscaldamento, nonché l'azzeramento degli oneri di sistema per luce e gas e la riduzione al 5% dell'IVA per il gas.

Senza il taglio degli oneri ci saranno nuovi aumenti

Ad aprile 2023 gli ultimi aiuti contro il caro energia andranno in scadenza. Cosa accadrà non è ancora del tutto chiaro, anche se dall'esecutivo trapela ottimismo. "Il Governo sembra aver recepito il nostro grido d'allarme" spiega il presidente di Assoutenti Furio Truzzi. "Da settimane invochiamo infatti una proroga degli interventi su oneri di sistema e Iva in bolletta, perché senza un rinnovo dei tagli le riduzioni delle tariffe registrate nell'ultimo periodo verrebbero totalmente vanificate dal rialzo della tassazione. Basti pensare che, sulla base delle attuali tariffe in vigore, lo stop agli sconti previsti fino al prossimo 31 marzo farebbe aumentare le bollette del gas del +58% già da aprile, quelle della luce del +27%".

In base alle elaborazioni di Assoutenti, la fine degli sconti e delle agevolazioni oggi in vigore sul gas peserebbe per 703,53 euro annui a famiglia, portando la bolletta media del gas a quota 1.913,53 euro con un aumento del +58% rispetto a quanto pagato oggi. Per la luce invece la reintroduzione integrale di oneri e Iva peserebbe per 386,37 euro annui a famiglia, portando la bolletta media a 1.820,34 euro annui a nucleo (considerando le tariffe oggi in vigore) con un incremento di spesa del +27%.

Il costo di luce e gas sta scendendo

Va detto che i prezzi sul mercato sono comunque in discesa, come ricordato dallo stesso ministro dell'Ambiente. Secondo le stime di Arera nel secondo trimestre del 2023 le bollette della luce potrebbero far segnare calo consistente, superiore al 20%. Quanto al gas, a marzo il prezzo è sceso del 13% rispetto a quello di gennaio 2023 e del 37% su febbraio 2022, ma rispetto al periodo pre-crisi, ossia nel confronto con febbraio 2021 è ancora maggiore del 22,3%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette luce e gas: cosa succede da aprile

Today è in caricamento