Sabato, 27 Febbraio 2021
L'indagine

Bollette, quanto ci costa (in più) studiare e lavorare a casa

Secondo un'indagine di SOSTariffe, la didattica a distanza e lo smart working hanno fatto lievitare le spese degli italiani: si va da +145 euro per i single, a +268 euro per le famiglie

Foto di repertorio

L'epidemia di coronavirus ha cambiato la vita di molti lavoratori e studenti, spesso costretti tra le mura di casa per lo smart working o per la dad (didattica a distanza). Una permanenza prolungata tra le mura domestiche che si traduce in un aumento delle spese per le utenze: lavorare e studiare a casa è costato fino a 268 euro in più a famiglia nel 2020.

Bollette, smart working e dad costano 268 euro in più a famiglia

I dati arrivano dall'ultimo report realizzato da SOStariffe.it, che ha calcolato le maggiorazioni di spesa per luce, gas e internet fisso, dovute alle attività di studio/lavoro casalingo nel 2020: in media gli italiani hanno speso tra 145 (i single) e 268 euro in più (le famiglie). 

Nell'indagine sono stati esaminati tre profili di consumatore tipo: il single, la coppia e la famiglia. Si è calcolata la spesa media annuale di ciascuno e, tramite simulazioni, si è potuto stimare l'incremento dei consumi dovuto alle nuove attività da casa. È emerso che, nel complesso, i single hanno speso 145 euro in più, le coppie se la sono cavata aggiungendo 193 euro alle solite bollette e, infine, le famiglie hanno dovuto mettere in conto 268 euro in più. 

Il costo dello smart working grava soprattutto sulle famiglie. L'indagine, condotta tramite i comparatori SOStariffe.it per le offerte luce e gas e le offerte internet casa, ha evidenziato che svolgere le consuete attività di lavoro e studio da casa, anziché recarsi all'esterno della propria abitazione, comporta un aggravio di costi soprattutto per i nuclei familiari. 

Coppi, single e famiglie: chi spende di più

I single, nel corso del 2020, hanno speso per le tre utenze considerate un totale di 1.116 euro (di cui 719 per luce e gas e 397 per internet). Lo smart working ha fatto loro sborsare in media 145 euro in più. Le coppie, nel complesso, hanno dovuto sostenere, nel 2020, una spesa di 1484 euro per le bollette (che comprende 1087 di luce e gas e 397 di internet). La permanenza domestica per studio e lavoro ha inciso in media per 193 euro sul bilancio annuale delle coppie.

Il profilo di consumatore-tipo che ha risentito di più dei rincari dovuti allo smart working sono proprio le famiglie (quelle considerate dallo studio SOStariffe.it sono composte da due genitori e un figlio). In media i nuclei familiari hanno speso 2058 euro per le bollette nel corso del 2020 (di cui 1661 per la luce e il gas e 397 per la connessione da rete fissa). In questo caso l'incremento di spesa sostenuta in smart working si aggira sui 268 euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette, quanto ci costa (in più) studiare e lavorare a casa

Today è in caricamento