Bollette, mini stangata in arrivo

Nel primo trimestre del 2019 il costo del gas aumenterà del 2,3%, stabile invece il prezzo dell'elettricità. Secondo la Cgia, nel 2018 sono stati registrati aumenti ben superiori all'inflazione e in 10 anni la tariffa dell'acqua è salita dell'88%

Foto di repertorio

Nuovi aumenti in bolletta. A far segnare il segno "più" saranno in particolare le tariffe del gas che nel primo trimestre di quest'anno sono destinate ad aumentare del 2,3 %. A segnalarlo è l'Ufficio studi della Cgia di Mestre sulla base di quanto annunciato a dicembre dall'Authority per l'energia elettrica e il gas. Rimarranno stabili invece le tariffe della luce.

Gas, quanto ci costi!

Per il gas il costo medio che grava su una famiglia italiana con un consumo domestico compreso tra 20 e 200 GJ (Giga Joule) è il terzo tra i 19 paesi che utilizzano la moneta unica. Rispetto alla media dell'Area Euro paghiamo il 7,9 % in più.

"L' aumento del costo del gas naturale registrato nell'ultimo anno - segnala il coordinatore dell'Ufficio studi della CGIA Paolo Zabeo - ha sicuramente riacceso i prezzi di una parte delle principali tariffe pubbliche".

Se si compara il peso delle nostre tariffe con quello degli altri paesi europei scopriamo che per quanto riguarda il costo dell'elettricità l'Italia si piazza al sesto posto con un risparmio rispetto al dato medio dei Paesi dell'Area euro pari al 5,9 %. Per le Pmi, invece nell'Area euro solo la Germania presenta delle tariffe più ''salate'' delle nostre. Tuttavia, rispetto alla media dei 19 Paesi che utilizzano la moneta unica, il costo medio dell'energia elettrica in Italia è superiore del 19,3 %.

Bollette, dall'acqua alla luce nel 2018 tariffe in aumento

Ma le cattive notizie non sono finite qui. Nell'ultimo anno le principali tariffe pubbliche hanno continuato ad aumentare. Secondo la Cgia nel 2018 il gas ha fatto registrare un aumento del 5,7%, l'energia elettrica del 4,5% e l'acqua del 4,3%. Più contenuto l'aumento dei servizi postali (+2,7), dei pedaggi/parchimetri (+2,1), dei trasporti urbani (+1,6). Insomma, le famiglie italiane hanno dovuto far fronte ad una mini stangata con i prezzi dei servizi in deciso aumento. 

In calo il costo dei servizi telefonici e delle ferrovie

Per fortuna ci sono anche delle buone notizie. Sono infatti cresciute al di sotto dell'inflazione, le tariffe dei taxi (+0,7) e dei rifiuti (+0,4 %), mentre, rileva ancora la Cgia di Mestre, i servizi telefonici risultano in lieve calo -0,6 % e i trasporti ferroviari -1,7 %.

In 10 anni l'acqua è aumentata dell'88%

Nell'ultimo decennio gli aumenti delle tariffe sono stati molto marcati. Se il costo della vita tra il 2008 e il 2018 è cresciuto del 12,5% l'acqua ha segnato + 88,6%, i servizi postali + 49,4%, i pedaggi +38,3% e i rifiuti + 36,1%. A rilevarlo è ancora l'Ufficio studi della Cgia di Mestre. Sempre in questo arco temporale tra le 10 tariffe esaminate solo i servizi telefonici hanno subito una contrazione di prezzo -9,3%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

  • Coronavirus, medico muore a 61 anni. L'ultimo post su fb: "Non uscite, è l'unica arma che avete"

Torna su
Today è in caricamento