Martedì, 20 Aprile 2021
Italia

Bollo auto sospeso: la decisione della Lombardia traccia la rotta

"Bollo auto sospeso fino al 30 settembre". Lo stabilisce la delibera approvata dalla Giunta regionale della Lombardia. Solo poche ore prima il voto unanime in consiglio regionale. Prorogato anche il pagamento delle tasse regionali al 31 ottobre. Una decisione che potrebbe essere assunta anche da altre regioni

Proroga dei termini di pagamento del bollo auto: le ultime notizie

Sospensione bollo auto fino al 30 settembre 2020 e proroga del pagamento delle tasse, senza applicazione di sanzioni e interessi, al 31 ottobre 2020. Lo stabilisce la delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta del presidente Attilio Fontana, di concerto con l'assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione, Davide Caparini. La delibera approvata in Giunta sospende il pagamento dei tributi fino al 30 settembre, "mettendo al riparo dalla decadenza della eventuale rateizzazione degli importi dovuti".

"Il provvedimento delle tasse regionali sospese per il coronavirus riguarda gli adempimenti tributari e i termini dei versamenti della tassa auto, anche in domiciliazione bancaria, che scadono nel periodo compreso tra l'8 marzo e il 30 settembre 2020 per chi ha il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa in Lombardia", spiega Caparini.

"Gli adempimenti e i versamenti sospesi, potranno essere regolarizzati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un'unica soluzione entro il 31 ottobre 2020. Non è previsto il rimborso di quanto eventualmente già versato",

Solo poche ore prima era arrivato il voto unanime del consiglio regionale lombardo alla risoluzione che sollecitava la Giunta regionale a prorogare la scadenza del bollo auto al 31 ottobre 2020. Si tratta di una importante iniziativa che ha unito gli esponenti di tutto l'emiciclo: per la sospensione del bollo restava solo, come passaggio formale, la decisione della giunta in tal senso.

Fino ad ora, la Regione aveva stabilito il rinvio delle scadenze di Irap e bollo auto al 30 giugno 2020. Ora Regione Lombardia diventa così capofila di un provvedimento che in molti aspettano visto le difficoltà economiche causate dall'emergenza coronavirus.

Il bollo auto infatti è una tassa regionale e la situazione sul rinvio della scadenza del pagamento è affidata ad ogni singola regione: per la maggior parte era stata adottata la proroga dei termini di pagamento del bollo auto al 30 giugno ma qui sotto vi forniamo un utile elenco per fare chiarezza della situazione attuale ma che alla luce della novità odierna potrà mutare ancora.

Bollo auto, la proroga delle scadenze

  • Abruzzo: chi ce l’ha in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio può pagarlo fino al 31 luglio;
  • Campania: chi ha il bollo in scadenza tra il 24 marzo e il 31 maggio può avvalersi della proroga fino al 30 giugno;
  • Emilia-Romagna: il termine ultimo del pagamento è spostato fino al 30 giugno per le scadenze comprese tra l’1 marzo e il 30 aprile;
  • Lazio: per le scadenze tra il primo marzo e il 31 maggio si potrà pagare fino al 30 giugno;
  • Lombardia: per il bollo in scadenza tra il primo marzo e il 31 maggio si può pagare fino al 30 giugno. A ciò si aggiunge la riduzione sulla tassa auto del 15% per i contribuenti che effettuano il pagamento in domiciliazione bancaria. Le richieste di domiciliazione di bolli in scadenza di marzo, aprile e maggio sono state accettate fino al 15 maggio scorso;
  • Marche: per bolli in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio si potrà pagare entro il 31 luglio;
  • Piemonte: le scadenze comprese tra il primo marzo e il 31 maggio potranno essere espletate entro al 30 giugno;
  • Toscana: il termine slitta al 30 giugno per le scadenze tra il primo marzo e il 31 maggio;
  • Sicilia: il pagamento è consentito fino al 30 novembre per le scadenze tra l’8 marzo e il 31 ottobre;
  • Veneto: la proroga è fino al 3 giugno per le scadenze tra l’8 marzo e il 31 maggio.

Bollo auto, il voto in Regione Lombardia

Con la votazione odierna il consiglio regionale della Lombardia sollecita specifiche misure di sostegno al settore degli autotrasporti: nel dettaglio il provvedimento chiede alla Giunta regionale e al presidente Attilio Fontana di farsi portavoce nei confronti del governo e della Conferenza Stato Regioni al fine di garantire l'accesso alla Sezione Speciale per l'Autotrasporto del Fondo di Garanzia Nazionale, attraverso l'ampliamento dei parametri del merito creditizio per le imprese del settore, così da garantire alle stesse imprese un flusso di liquidità idoneo a sopperire alla mancanza di entrate conseguenti alla sospensione del lavoro; la Risoluzione chiede quindi di prevedere la sospensione degli adempimenti fiscali e contributivi per le imprese in difficoltà e sollecita uno sgravio per il periodo considerato ''emergenziale'' per quelle imprese che riescono a mantenere il livello occupazionale e sono in regola con il pagamento dei contributi.

Unanime via libera anche a un emendamento presentato da Matteo Piloni (Pd) e successivamente modificato e integrato dall'assessore al Bilancio, Davide Caparini, con cui si invita la Giunta regionale a prevedere nel limite delle disponibilità di Bilancio l'ampliamento dell'agevolazione Irap ai Comuni sopra i 15mila abitanti, a prorogare la scadenza del bollo auto al 31 ottobre 2020 e a definire in sede di tavolo tecnico le linee guida per la sicurezza del comparto della logistica e-commerce. ''Chiediamo inoltre - ha spiegato Claudia Carzeri- di derogare temporaneamente al rispetto dei tempi di guida e di riposo previsti dal regolamento comunitario e di prevedere modifiche circa la procedura di registrazione per l'autista che utilizza la deroga. Servono infine anche regole semplificate di comunicazione per sostituire o per integrare i lavoratori impossibilitati a prestare la loro attività a causa delle misure di contenimento del Covid".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollo auto sospeso: la decisione della Lombardia traccia la rotta

Today è in caricamento