Mercoledì, 22 Settembre 2021
Le istruzioni

Il bonus affitto fino a 1.200 euro sta per scadere: come richiederlo

Il contributo consiste in un rimborso del 50% dell'ammontare complessivo dello "sconto" che l'affittuario concede all'inquilino. Come fare domanda

Il bonus per l'affitto è in scadenza. C'è tempo fino a lunedì 6 settembre 2021 per presentare la domanda per questo contributo a fondo perduto, inviando l'istanza per ottenere le agevolazioni fiscali per chi ha una casa in locazione. Ma a chi spetta e come fare domanda? Facciamo chiarezza. Il "bonus affitti" è riconosciuto ai proprietari di casa che riducono la quota di affitto versata dall'inquilino che la detiene come abitazione principale. Il contributo equivale a un rimborso del 50% dell'ammontare complessivo dello "sconto" che l'affittuario concede all'inquilino, fino a un importo massimo di 1.200 euro. La somma verrà successivamente corrisposta direttamente sul conto corrente che il richiedente ha indicato nella domanda.

Il bonus affitto fino a 1.200 euro scade il 6 settembre: come fare la domanda

Ci sono dei requisiti precisi. Il contratto deve essere stato rinegoziato nel periodo compreso tra il 25 dicembre 2020 e il 31 dicembre 2021. La rinegoziazione deve interessare tutto l'anno 2021 o almeno una parte. Il contributo viene riconosciuto per i contratti in essere alla data del 29 ottobre 2020. Non esistono limitazioni per il regime fiscale di tassazione: valgono infatti sia i contratti in regime ordinario, sia a cedolare secca. Il contributo è usufruibile se gli immobili sono situati nei Comuni definiti "ad alta tensione abitativa" ovvero Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Venezia, ma anche nei Comuni confinanti con gli stessi e gli altri Comuni capoluogo di provincia.

Come inviare la domanda? I locatori possono richiedere il bonus affitti con un'istanza da presentare attraverso il servizio web disponibile nell'area riservata del portale dell'Agenzia delle Entrate. C'è un modulo da compilare. lI modello è formato da due parti: il frontespizio e il quadro a requisiti. Il frontespizio va compilato con:

  • i dati del locatore;
  • l'Iban su cui versare il bonus;
  • la firma dell'interessato proprietario di casa;
  • l'impegno alla presentazione telematica dell'istanza.

Il modulo da compilare per avere il bonus affitto

bonus affitto domanda 2021-2

In questa sezione, per ciascun contratto di locazione oggetto di rinegoziazione dovrà essere compilato una distinta riga (A1, A2, etc). Qualora le righe del quadro non fossero sufficienti si potranno utilizzare più moduli, indicandone il numero nella casella "Mod. n." in alto a destra. Distinte righe dovranno essere utilizzate anche in caso di più rinegoziazioni relative allo stesso contratto. In tal caso deve essere barrata la casella "Continuazione" posta a sinistra del quadro A. Nella prima parte devono essere indicati:

  • il codice identificativo del contratto oppure gli estremi di registrazione del contratto di locazione (codice ufficio, anno, serie, numero e, se presente, il sotto numero);
  • nella casella "Data di inizio del contratto" deve essere indicata la data di inizio del contratto di locazione (antecedente al 30 ottobre 2020);
  • nella casella "Importo canone annuo" va indicato il canone originario della locazione ovvero l'importo del canone previsto prima della rinegoziazione (o delle rinegoziazioni) indicata (o indicate) nell'istanza;
  • nella casella "Quota possesso" va indicata la percentuale di possesso dell'immobile oggetto della locazione riferita al locatore che presenta l'istanza. Nel caso di variazione nella percentuale di possesso nel corso dell'anno 2021, deve essere indicata la percentuale di possesso alla data di presentazione dell'istanza;
  • nelle caselle "Data inizio rinegoziazione" e "Data fine rinegoziazione" devono essere indicate le date di inizio e fine del periodo in cui trova applicazione il canone rinegoziato;
  • nella casella "Importo canone annuo rinegoziato" deve essere indicato l'importo del nuovo canone (ridotto rispetto a quello precedente). Questo dato corrisponde all'importo indicato nella casella "Corrispettivo cessione/risoluzione - canone rinegoziato" sul modello RLI presentato all'Agenzia per la comunicazione della rinegoziazione;
  • la casella "Dichiaro che intendo rinegoziare il canone entro il 31/12/2021" va barrata nel caso in cui ancora non si è proceduto a comunicare la rinegoziazione ma si intende farlo successivamente alla presentazione dell'istanza, entro il termine ultimo del 31 dicembre 2021.

La procedura messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate consente di selezionare i contratti di locazione intestati al richiedente e, attingendo alla banca dati dei contratti registrati e delle relative rinegoziazioni comunicate, precompila la maggior parte campi della domanda.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bonus affitto fino a 1.200 euro sta per scadere: come richiederlo

Today è in caricamento