rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Le cose da sapere

I fondi per il bonus asilo nido sono già finiti, ma c'è una "speranza"

Le risorse stanziate per l'incentivo alle famiglie sono già state completamente opzionate, ma c'è ancora la possibilità di presentare la domanda. Vediamo come

Fondi esauriti per il bonus asilo nido. Le risorse stanziate per il sostegno alle famiglie sono già state completamente opzionate, qualche giorno fa. La possibilità di accedere all'incentivo economico, tuttavia, non è terminata: è infatti ancora possibile presentare la domanda. A specificarlo è l'Inps, che sui suoi canali social spiega: "Le domande che in base ai tempi di presentazione, per insufficienza di budget, non potranno essere accolte saranno comunque ammesse ma "con riserva". Qualora a fine anno dovessero residuare somme ancora disponibili, le stesse domande potranno essere recuperate e poste in lavorazione secondo l'ordine di presentazione acquisito", conclude l'istituto di previdenza, spiegando come saranno gestite le domande non accolte ora, ma ammesse con riserva.

bonus asilo nido domanda con riserva inps-2

Il bonus asilo nido e le domande ammesse con riserva

Ma che cos'è il bonus asilo nido, nel dettaglio? E a chi è rivolto? Il bonus nido è un sostegno per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche. L'importo massimo previsto, corrisposto direttamente dall'Inps, è di tremila euro. L'importo massimo erogabile al genitore richiedente, a decorrere dal 2020, è determinato in base all'Isee minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione. Esistono tre differenti scaglioni Isee:

  • fino a 25mila euro, si può ricevere un importo massimo mensile di 272,73 euro per 11 mensilità;
  • da 25.001 ai 40mila euro, si può ottenere un importo massimo mensile di 227,27 euro per 11 mensilità;
  • sopra i 40mila euro, infine, si può ricevere un importo massimo mensile di 136,37 euro per 11 mensilità.

La domanda per il bonus nido può essere presentata dai genitori dei figli minori nati o adottati in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana, Ue o titolari di permesso di soggiorno, carta di soggiorno o rifugiati politici e titolari di protezione sussidiaria; chi ha la residenza in Italia o, in generale, chi è l'intestatario delle ricevute di pagamento della retta dell'asilo nido. Il bonus in questione viene erogato solo dopo aver pagato almeno una retta del nido: è necessario infatti inviare all'Inps la fattura o le ricevute che attestino il buon esito delle operazioni economiche effettuate. In alternativa, è possibile presentare anche eventuali bollettini postali o bancari che attestino il pagamento. La data ultima di scadenza è fissata al 31 dicembre 2022.

Per poterlo ottenere, non è necessario alcun attestato di frequenza dell'istituto da parte del bambino: bastano le fatture o le ricevute rilasciate al momento del pagamento. In caso di asili nido pubblici, invece, è necessaria la documentazione che attesti che il bambino sia stato iscritto al nido e sia stato inserito in graduatoria. Tutte le istruzioni per la presentazione delle domande per l'anno 2022 sono contenute in questa circolare dell'Inps.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fondi per il bonus asilo nido sono già finiti, ma c'è una "speranza"

Today è in caricamento