rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Il via libera

Bonus auto, ci siamo: ecco tutte le novità

Finanziamenti a scalare per le motorizzazioni a benzina, diesel e Gpl, più fondi per le elettriche: ecco i nuovi incentivi

Via libera della Corte dei Conti ai nuovi bonus auto: il decreto è stato bollinato dalla magistratura contabile ed è quindi pronto alla pubblicazione in gazzetta ufficiale il nuovo pacchetto automotive emanato dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti che prevede incentivi per l'acquisto di auto e moto ma anche ibride e a bassa emissione. 

A differenza del passato i fondi saranno spalmati su più anni: 650 milioni l’anno per il 2022, il 2023 e il 2024: in tutto quasi 2 miliardi di euro.

Chi può ottenere il bonus auto

Gli incentivi per l’acquisto dei veicoli elettrici, ibridi, plug-in ed endotermiche sono concessi soltanto alle persone fisiche. Una piccola percentuale dei fondi è riservata alle società di car sharing per comprare veicoli elettrici, ibridi, plug-in. Sono previsti contributi ai piccole e medie imprese ma solo per l’acquisto di veicoli commerciali nuovi elettrici con la contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore ad Euro 4.

Il bonus per le auto elettriche

Per l’acquisto di auto elettriche, con prezzo fino a 35mila euro più Iva, si potrà chiedere un contributo di 3.000 euro, a cui potranno aggiungersi altri 2.000 euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore a Euro 5. Questa categoria di ecobonus è finanziata con 220 milioni nel 2022, 230 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Veicoli ibridi plug-in

Per l’acquisto di veicoli ibridi plug-in, con prezzo fino a 45mila euro più Iva, è possibile chiedere un contributo di 2.000 euro a cui potranno aggiungersi ulteriori 2.000 euro con la rottamazione di un’auto inferiore a Euro 5. Per questa categoria di di ecobonus sono previsti 225 milioni nel 2022, 235 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Auto endotermiche a basse emissioni

Per le auto a motorizzazione benzina, diesel e Gpl a basse emissioni, fatto salvo il limite di prezzo a  35 mila euro più Iva, il contributo potrà essere di 2.000 euro ma solo con rottamazione di un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5. Questa categoria di ecobonus è finanziata con 170 milioni nel 2022, 150 milioni nel 2023 e 120 milioni nel 2024. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus auto, ci siamo: ecco tutte le novità

Today è in caricamento