Martedì, 18 Maggio 2021
Italia

Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

Da oggi si può ottenere l'incentivo statale per l'acquisto di un'autovettura a basse emissioni. Ampliata la gamma di veicoli per le quali sarà possibile richiedere il contributo

A partire da oggi 1 agosto dalle ore 10, e fino al 31 dicembre 2020 sarà possibile prenotare sul sito ecobonus.mise.gov.it l'incentivo per l'acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1, con le novità introdotte nel decreto Rilancio. Per la misura sono messi a disposizione 50 milioni di euro, che si aggiungono ai fondi già stanziati per l'incentivo, pari a 100 milioni di euro per l'anno 2020 e 200 milioni per il 2021.

In particolare è stata ampliata la gamma di veicoli a basse emissioni M1 per le quali sarà possibile richiedere il contributo, che potrà arrivare fino a 8 mila euro per l'acquisto con rottamazione e fino a 5 mila euro per l'acquisto senza rottamazione. All'ecobonus si potranno aggiungere sconti fino a 2 mila euro che verranno concessi direttamente dai venditori.

Alle tipologie M1 già previste si aggiunge, infatti, la fascia di veicoli con emissioni di Co2 61/110 g/km appartenente alla classe ambientale euro 6 con prezzo di listino non superiore ai 40 mila euro.

Da oggi inoltre, oltre alle novità già entrate in vigore lo scorso 22 luglio per l'acquisto di veicoli di ciclomotori e motocicli con la rottamazione, si potranno prenotare online anche i contributi per l'acquisto di veicoli senza dover consegnare un veicolo per la rottamazione.

In questo caso il contributo applicato sarà del 30% del prezzo di acquisto fino a massimo 3.000 euro, mentre è del 40% del prezzo d`acquisto fino a massimo 4.000 euro con la rottamazione.

Bonus auto, su quali categorie vale

Sono agevolabili le seguenti categorie di veicoli:

  • automobili (categoria M1);
  • ciclomotori e motocicli (categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e)..

Categoria M1

Categoria L

Contributo Ecobonus

Contributo Decreto Rilancio

nuovi di fabbrica

nuovi di fabbrica

nuovi di fabbrica

producono emissioni di CO2 non superiori a 60 g/km

   producono emissioni di CO2     non superiori a 110 g/km

elettrici o ibridi

immatricolati in Italia nel periodo dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021

immatricolati in Italia nel periodo dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020

Acquistati ed immatricolati in Italia nell’anno 2020

Il prezzo (da listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice) deve essere inferiore a 50.000 euro compresi optional, esclusi IVA e messa in strada*.

Il prezzo (da listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice) per le fasce di emissioni di CO2 tra 0-20 e 21 - 60 g/km deve essere inferiore a 50.000 euro e per la fascia 61 -110 g/km deve essere inferiore a 40.000 euro.
Il prezzo deve essere comprensivo di optional, esclusa IVA e messa in strada*.

* Le spese di messa su strada sono relative all’immatricolazione della vettura, l’IPT, le spese di trasporto ecc.

Si definiscono veicoli a basse emissioni i veicoli di categoria M1 con emissioni di CO2 non superiori a 110 g/km. Per la fascia 61-110 g/km i veicoli devono essere omologati in una classe non inferiore ad Euro 6 di ultima generazione.

La normativa non prevede una lista di modelli agevolabili. Occorre verificare presso i singoli rivenditori o presso le case costruttrici/importatrici se i veicoli presi in considerazione soddisfano i requisiti previsti dalla normativa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

Today è in caricamento