Venerdì, 7 Maggio 2021

Bonus babysitter, conto alla rovescia per la scadenza

Scadono oggi i termini per presentare la domanda all'Inps

Foto di repertorio

Scade oggi il termine ultimo per presentare all’Inps la richiesta del bonus per baby-sitting, centri estivi e servizi integrativi per l'infanzia. 

Bonus babysitter, a chi spetta

Il bonus spetta a tutti i lavoratori – dipendenti del settore privato, autonomi iscritti in via esclusiva alla gestione separata, all’Inps o alle casse professionali - che alla data della domanda non siano disoccupati né percepiscano strumenti di sostegno al reddito (fatta eccezione per i lavoratori in Cig per riduzione dell’orario), genitori di bambini fino a 12 anni di età o con casi di grave disabilità accertata.

Al bonus possono accedere anche i lavoratori dei settori sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegati nell’emergenza da Covid-19.

Bonus babysitter, chi non può averlo

ll bonus non è cumulabile con il bonus nido. Inoltre non può essere richiesto da chi ha fruito dei permessi parentali previsti per l’emergenza Covid 19.

A quanto ammonta il bonus babysitter

Il bonus ammonta a:

- euro 2.000 per i lavoratori della Sanità (medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori sociosanitari), e del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegati nell’emergenza epidemica;

- euro 1.200 per i tutti gli altri.

Cosa succede se già si è chiesto il primo bonus babysitter

Se già si è fruito del primo bonus baby sitting, percependo l’importo di euro 1000 nel caso dei lavoratori della Sanità oppure di euro 600 per tutti gli altri, è comunque possibile presentare domanda per la differenza fino ad arrivare all’importo massimo rispettivamente di euro 2000 ovvero euro 1200.

I documenti necessari

Per accedere al bonus, in caso di utilizzo dei centri estivi, è necessario allegare i documenti che comprovano l’iscrizione - che non può avere durata inferiore alla settimana né andare oltre la data del 31 luglio 2020 – e il costo effettivamente sostenuto.

Nella domanda devono essere precisati i dati anagrafici del centro.

Come si presenta la domanda

Le domanda per il bonus va presentata sulla piattaforma dell’Inps, anche attraverso i patronati.

Bonus ai familiari

Se i familiari non sono conviventi, al bonus baby sitting non si applica la presunzione di gratuità del lavoro svolto dai familiari che, quindi, possono essere remunerati: il compenso è esente ai fini Irpef.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus babysitter, conto alla rovescia per la scadenza

Today è in caricamento