Venerdì, 16 Aprile 2021
Italia

Bonus bici solo ai più veloci? Dopo l'euforia c'è un problema: si "pedala" verso il click day

Le vendite di bici tradizionali e a pedalata assistita sono aumentate del 60%: se il parlamento non aumenterà la cifra stanziata dal governo, pari a 120 milioni di euro, i meno veloci potrebbero non riuscire ad ottenere il bonus mobilità

Dalla riapertura dei negozi di biciclette dopo il lockdown, in Italia le vendite di bici tradizionali e a pedalata assistita sono aumentate del 60% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Lo indica Confindustria Ancma, l'Associazione nazionale ciclo motociclo accessori, che stima un aumento di circa 200mila pezzi venduti nel solo mese di maggio sul 2019. Salgono così a circa 540mila le biciclette acquistate dagli italiani dopo il periodo di lockdown in tutti i punti vendita presenti sul territorio. 

Un numero che, si spiega, ''cresce anche al fuori delle restrizioni per il bonus bici individuate dal governo (capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti, nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane). 

Tuttavia se la crescita dovesse proseguire i fondi stanziati per il bonus mobilità potrebbero non bastare per tutti. 

Con un prezzo medio di vendita di 380 euro, il bonus medio, pari al 60%, nel limite massimo di 500 euro, ammonterebbe dunque a 228 euro. Se tutti chiedessero il bonus, ipotizzando che nei prossimi mesi si possa arrivare a 600mila medelli venduti, si sfiorerebbero i 140 milioni di euro di richieste. Al netto dei monopattini elettrici e delle vendite successive al 4 giugno.

Se il parlamento non aumenterà la cifra stanziata dal governo, pari a 120 milioni di euro, molte persone potrebbero restare a bocca asciutta. Va ricordato che ai fini del bonus non farebbe fede la data di acquisto bensì la presentazione della domanda, si sta correndo dritti verso il temuto click day, il giorno in cui il ministero dell’ambiente metterà finalmente a disposizione la piattaforma online che consentirà, previa registrazione, di ottenere il bonus sotto forma di rimborso sul proprio conto corrente.

Bonus bici, vendite ok ma mancano le piste ciclabili

Per chi ha scelto la bicicletta inoltre si apre un altro problema: pedalare sì ma dove? Ancora sono ridottissime le piste ciclabili, per non parlare di rastrelliere e ricoveri dedicate alle biciclette.

"Gli incentivi - sottolinea Confindustria Ancma - hanno sicuramente rivitalizzato in modo significativo il mercato e le imprese del comparto stanno lavorando a pieno regime per rispondere, non senza qualche affanno, in modo adeguato alla crescente domanda che abbiamo registrato in queste settimane".

"Come associazione chiediamo alle istituzioni di cogliere questa occasione per investire su un'infrastrutturazione ciclabile finalmente più capillare, sicura, equilibrata e rispettosa degli interessi di tutti gli utenti della strada''.

Bonus bici, attenzione alle due fasi (e serve la fattura)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus bici solo ai più veloci? Dopo l'euforia c'è un problema: si "pedala" verso il click day

Today è in caricamento