rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Questione di ore

I bonus che scadono oggi, 28 febbraio: come fare domanda per non perderli

Per non perdere le agevolazioni o non vedersi ridotti gli importi è necessario fare richiesta o aggiornare la documentazione entro la fine di questo mese. Tutte le informazioni

C'è ancora tempo, ma è questione di ore. Ci sono diversi bonus in scadenza oggi, martedì 28 febbraio: dall'assegno unico e universale per ogni figlio a carico al bonus cultura, passando per il bonus acqua potabile e il bonus Imu per le imprese turistiche. Per non perdere queste agevolazioni o non vedersi ridotti gli importi degli incentivi è necessario fare domanda o aggiornare entro la fine del mese la documentazione già presentata. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

L'assegno unico è un sostegno economico destinato alle famiglie ed è attribuito per ogni figlio a carico, fino a 21 anni e senza limiti per figli con disabilità. È la misura che da marzo 2022 ha unificato in una sola agevolazione una serie di interventi a sostegno delle famiglie con figli. Entro la fine del mese di febbraio è necessario comunicare eventuali variazioni dei dati comunicati. Nel dettaglio, per rinnovare l'Isee occorre ripresentare la dichiarazione sostitutiva unica (DSU) senza la quale, dal mese di marzo, l'assegno unico sarà calcolato sulla base dei contributi minimi previsti. A marzo sono previsti aumenti, ma non per tutti.

E veniamo all'agevolazione sull'acqua potabile. Questo bonus non è uno sconto in bolletta, beninteso, ma una detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute per l'acquisto e l'installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare nell'acqua potabile. Il contributo fiscale è previsto fino a mille euro per ogni immobile e cinquemila euro per immobili commerciali, palazzi istituzionali, enti e attività imprenditoriali. Ogni cittadino, ente o impresa può presentare la domanda, senza limiti Isee, per ottenere il contributo relativo alle spese sostenute fino al 31 dicembre 2022. Fino al 28 febbraio 2023, quindi, è possibile chiedere il rimborso per le spese sostenute lo scorso anno, inviando il modello apposito tramite il servizio web disponibile nell'area riservata o i canali telematici dell'Agenzia delle entrate (qui trovate tutte le informazioni sulla procedura, nel dettaglio).

Scade il 28 febbraio 2023 anche la possibilità di richiedere il bonus Imu per le imprese turistiche. Si tratta di una detrazione fiscale del 50% sulle somme pagate per l'imposta nel 2021. Per fruire del credito d'imposta, i proprietari delle imprese devono essere anche i gestori delle attività. Per avere diritto alla detrazione, i contribuenti devono aver registrato una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel secondo trimestre del 2021 di almeno il 50% rispetto al secondo trimestre del 2019.

Infine, il bonus cultura per i 18enni è un contributo di 500 euro che può essere speso per prodotti o esperienze di genere culturale. Quest'anno il bonus è destinato agli studenti nati nell'anno 2004 che hanno compiuto 18 anni nel 2022: i nati nel 2004 possono richiedere il bonus fino al 31 ottobre e avranno tempo per spenderlo fino ad aprile 2024. Con il bonus cultura i maggiorenni possono comprare prodotti e attività culturali, ma non pc e tablet. Il 28 febbraio 2023, invece, scadono i termini per spendere il bonus cultura dei nati nel 2003. Per utilizzare il bonus cultura è necessario collegarsi al sito 18app.italia.it, accedendo tramite Spid o Cie, e scaricare l'App18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bonus che scadono oggi, 28 febbraio: come fare domanda per non perderli

Today è in caricamento