Lunedì, 25 Gennaio 2021

Bonus per elettrodomestici e arredi nel 2018: come funziona

Il bonus consiste in una detrazione fiscale pari al 50% della spesa, fino ad un massimo di 10mila euro. Vi diamo tutte le informazioni necessarie

Chi acquisterà mobili o grandi elettrodomestici nel 2018, per un immobile sottoposto a ristrutturazioni edilizie avviate a partire dall’1 gennaio 2017, potrà usufruire di un bonus. Il bonus consiste in una detrazione fiscale pari al 50% della spesa, fino ad un massimo di 10mila euro, per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici nuovi, e vale per acquisti che siano stati successivi all’avvio della ristrutturazione.

Bonus arredi 2018: tutte le informazioni

Solo determinati lavori consentono di usufruire del bonus arredi 2018, si tratta di lavori che riguardano la manutenzione ordinaria o straordinaria e i lavori di ristrutturazione, risanamento conservativo o restauro di parti comuni di un condominio e di lavori di risanamento conservativo, ristrutturazione, restauro e manutenzione straordinaria di un appartamento. Non dà diritto ad usufruire del bonus la manutenzione ordinaria relativa alla tinteggiatura delle pareti e dei soffitti, alla sostituzione della pavimentazione, cal ambio di infissi esterni o sanitari, al rifacimento interno dell’intonaco. Non rientrano nel campo di applicazione del bonus neppure la realizzazione di un box auto o di posti auto di pertinenza dell’abitazione mentre per gli interventi di efficientemente energetico è previsto un apposito e diverso bonus (del 65%).

Bonus mobili, tutte le novità: "Risparmi fino al 50% anche negli elettrodomestici" 

Bonus elettrodomestici 2018

Il bonus vale per i grandi elettrodomestici di classe energetica A+ (A per i forni) o superiore e per i mobili nuovi: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione. Per usufruire del bonus occorre effettuare un pagamento tracciabile, quindi attraverso  bonifico (bancario o postale), carta di credito o bancomat. E’ inoltre importante conservare tutte le fatture di acquisto riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquistati, ricevute, documentazione e gli addebiti in conto corrente delle spese sostenute a questo riguardo.

Bonus casa: tutte le detrazioni del 2018 

Il bonus verrà corrisposto in 10 anni ma in caso di decesso del beneficiario non verrà trasferito ai suoi eredi.

Dal blog "Asso di denari" di Carlo Sala
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus per elettrodomestici e arredi nel 2018: come funziona

Today è in caricamento