Lunedì, 25 Gennaio 2021
bonus

Bonus mobili, sconto del 50% anche sulle spese di trasporto e montaggio

Lo chiarisce FiscoOggi, la rivista on line dell'Agenzia delle Entrate. Ecco come funziona il bonus che dà diritto ad uno sconto del 50% sull'acquisto di arredi ed elettrodomestici

Immagine d'archivio

Le spese di trasporto e montaggio rientrano nel così detto "bonus mobili"? Ebbene sì, come chiarisce FiscoOggi - la rivista on line dell’Agenzia delle Entrate - anche le spese di trasporto e montaggio possono essere inserite nell’importo totale su cui è possibile chiedere la detrazione del 50% come previsto dalla normativa. Per quanto riguarda le modalità di pagamento vale quanto già detto per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici: per avere diritto allo sconto i pagamenti devono essere effettuati necessariamente con bonifico o carta di debito o credito (e dunque non con assegno o in contanti).

Sul bonus in questione abbiamo già scritto molto, ma ne approfittiamo per fare un po’ di ripasso. Si tratta di uno sconto del 50%  per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+.

Per ottenere l’agevolazione è indispensabile realizzare una ristrutturazione edilizia (e usufruire della relativa detrazione del 50%). La ristrutturazione può essere effettuata sia su singole unità immobiliari residenziali che su parti comuni di edifici.

La detrazione al 50% è valida fino ad una spesa massima di 10mila euro, recuperabili in 10 anni per le spese sostenute nell'acquisto di mobili o elettrodomestici.

Bonus ristrutturazioni 2018: come ottenerlo e quanto si risparmia

Bonus mobili, come ottenere la detrazione

Sono soltanto alcuni i lavori ammessi per ottenere la detrazione fiscale. Ecco nel dettaglio le tipologie di lavori validi per la richiesta del bonus:

  • Lavori di manutenzione straordinaria, per il restauro o il risanamento conservativo dell’immobile.
  • Ricostruzione di immobili danneggiati da eventi calamitosi. In merito deve essere stato dichiarato lo stato di emergenza.
  • Manutenzione ordinaria o straordinaria delle parti comuni di un condominio.

Non sono invece considerati validi i lavori di manutenzione ordinaria come la sostituzione dei pavimenti o la tinteggiatura delle pareti.

Lavori in casa, bonus e detrazioni fiscali per tutto il 2018

Per info più dettagliate sul bonus mobili vi rimandiamo a questo articolo in cui spieghiamo nel dettaglio le tipologie di lavori previste e tutti gli adempimenti burocratici necessari. 

Bonus mobili ed elettrodomestici: scarica la guida completa

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus mobili, sconto del 50% anche sulle spese di trasporto e montaggio

Today è in caricamento