Sabato, 15 Maggio 2021

Bonus ristoranti, per i clienti un rimborso del 20% sul conto: la misura prende corpo

L'obiettivo è rilanciare il settore della ristorazione. Il costo dell’operazione sarebbe di circa 1 un miliardo di euro: i dettagli

Foto di repertorio

Prende sempre più corpo l’idea di introdurre un bonus per rilanciare il settore della ristorazione. L’idea è quella di garantire ai clienti un rimborso sulle spese effettuate nei ristoranti, ma anche negli agriturismi e nelle tavole calde. Secondo l’agenzia Adnkronos, la misura dovrebbe partire da settembre ed essere operativa almeno fino a dicembre. Il costo dell’operazione si attesterebbe a circa un miliardo di euro, mentre il rimborso dovrebbe essere pari al 20% della spesa sostenuta. I dettagli però sono ancora tutti da definire.

Come sarà (forse) il bonus ristoranti

Un pranzo o una cena al ristorante dunque costeranno di meno, anche se - come sempre - sono previsti del paletti. Il primo riguarda la modalità di pagamento. L’idea del governo è quella di concedere il ristoro solo a quei clienti che pagano con carta o bancomat: un modo per combattere l’evasione, ma anche per snellire le procedure di rimborso. Se questa strada non fosse percorribile, il piano B è quello di creare un’App ad hoc come già è avvenuto per il bonus vacanze e il bonus mobilità.

La querelle tra Castelli e i ristoratori

I principali sponsor della misura, riferisce sempre AdnKronos, sono i pentastellati Stefano Buffagni e Laura Castelli, il primo viceministro al Mise, la seconda all’Economia. Proprio Castelli di recente è stata protagonista suo malgrado di un aspro scontro con alcune associazioni di categoria. Il caso, nato dopo una controversa dichiarazione rilasciata a Tg2Post, si è alla fine concluso con un incontro chiarificatore. E la promessa che il governo avrebbe fatto di tutto per salvare gli imprenditori della ristorazione. Ora la strada sembra tracciata. Un bonus, l’ennesimo, per cercare di ridare fiato ad un settore gravemente minacciato dall’emergenza sanitaria e dalla crisi economica.

Il bonus non sarà legato al reddito

Stando alle anticipazioni il bonus non sarà legato al reddito, ma ci sarà un tetto di spesa massimo superato il quale non si potrà chiede il ristoro. Il rimborso potrebbe arrivare o direttamente sul conto corrente o, come seconda opzione, iscrivendosi ad una App.

Dai bonus all'esonero contributivo per chi assume: il "carico di novità" nel decreto agosto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus ristoranti, per i clienti un rimborso del 20% sul conto: la misura prende corpo

Today è in caricamento