Giovedì, 21 Ottobre 2021
Notizie utili

Il bonus vacanze fino a 500 euro da usare anche a Natale

L'incentivo non è più richiedibile, ma solo utilizzabile da chi ha già fatto domanda. Come funziona e come fare ad avere uno sconto su un soggiorno in Italia

Il bonus vacanze non si può più richiedere, perché le domande per usufruire dell'iniziativa prevista dal decreto Rilancio si sono chiuse a fine 2020. Chi non lo ha ancora usato, tuttavia, pur avendo richiesto l'agevolazione dal 1° luglio al 31 dicembre dello scorso anno, può utilizzare il bonus vacanze entro il 31 dicembre 2021. Come funziona e come fare ad avere uno sconto su un soggiorno in Italia, Natale compreso?

Il bonus vacanze può arrivare ad un massimo di 500 euro e può essere speso solo nel nostro Paese, anche presso tour operator, agenzie di viaggio e intermediari che vendono pacchetti turistici attraverso piattaforme online. Possono ottenerlo i nuclei familiari con Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) fino a 40mila euro. L'importo del bonus è modulato secondo la numerosità del nucleo familiare:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone;
  • 300 euro per due persone;
  • 150 euro per una persona.

Il bonus vacanze da usare anche a Natale 2021

L'agevolazione può essere utilizzata da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto. Il bonus deve essere speso in un'unica soluzione, presso un'unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed&breakfast), oppure presso un'unica agenzia di viaggi o tour operator per il pagamento di servizi e di pacchetti turistici offerti in ambito nazionale.

Questo incentivo consente di avere uno sconto diretto dalla struttura ricettiva sul prezzo finale del soggiorno per l'80% del valore del bonus. Il restante 20% è utilizzabile come credito d'imposta da portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi dell'anno successivo: potrà essere scaricato dal componente del nucleo familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno (fattura, documento commerciale, scontrino/ricevuta fiscale). Ecco un esempio: con un bonus vacanze di 500 euro, si avrà uno sconto immediato sulla vacanza di 400 euro, mentre 100 euro potranno essere portati in detrazione dall'Irpef nella dichiarazione del 2022.

Chi ha richiesto l'agevolazione dal 1° luglio al 31 dicembre dello scorso anno, trova il bonus vacanze su "IO", l'app dei servizi pubblici. Ogni bonus è identificato da un codice univoco o un QR-code. Insieme al codice fiscale del richiedente, questi codici identificativi consentono alla struttura ricettiva in cui si fa la vacanza di verificare la validità dell'incentivo. Al momento del check-out si deve mostrare il QR-code o dettare il codice univoco: l'esercente, attraverso una funzione messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, potrà verificare che il bonus è attivo. Lo sconto applicato sarà rimborsato all'albergatore - o all'agenzia di viaggi o al tour operator - sotto forma di credito d'imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione, o cedibile ad istituti di credito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bonus vacanze fino a 500 euro da usare anche a Natale

Today è in caricamento