Venerdì, 14 Maggio 2021
La misura per il turismo

Bonus vacanze: cosa succede per l'estate 2021

Il decreto Milleproroghe ne ha sancito la validità fino al 31 dicembre (ma solo per chi l'ha già chiesto). Non è chiaro se per l'estate saranno messe in campo altre forme di sostegno al settore turistico: è probabile che si ragioni su crediti d'imposta. C'è chi dice che i tanti vincoli abbiano "sabotato il sussidio"

Il bonus vacanze si può sfruttare fino a fine 2021. Il decreto Milleproroghe ne ha sancito la validità fino al 31 dicembre. Ma riguarda solo chi ancora non l'ha sfruttato. Non è chiaro invece se per l'estate 2021 saranno messe in campo altre forme di sostegno al settore turistico-ricettivo. A luglio e agosto 2020 il bonus vacanze "è andato benissimo" disse il ministro Dario Franceschini. In realtà le criticità non sono mancate: molte strutture non lo hanno accettato, e molti italiani che lo hanno chiesto e ottenuto non l'hanno poi speso.

Bonus vacanze 2021: come stanno le cose

Il bonus vacanze è un buono del valore di 500 euro da spendere in alberghi, bed and breakfast e strutture affini (in Italia) per le famiglie con un Isee al di sotto dei 40mila euro. La somma può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi o utilizzata per pagare fino all’80% della spesa prevista per il pernottamento. Il turismo è uno dei comparti produttivi più colpiti in assoluto da questa pandemia. Anche l'Osservatorio di Confindustria, nel suo report diffuso pochi giorni fa, fotografa il settore come quello col maggiore impatto sui dati negativi del Pil. "E' basilare lavorare ora a forme di agevolazione per il turismo di prossimità" hanno detto i senatori M5s in commissione Industria, Commercio e Turismo.

"Un anno fa - ricordano Gianni Girotto, Cristiano Anastasi, Gianluca Castaldi, Marco Croatti, Gabriele Lanzi e Sergio Vaccaro - arrivò il bonus Vacanze, in circostanze inedite e sconosciute per tutti. Un 'aiuto' utilizzato da 1,8 milioni di italiani con una media di 400 euro a buono". C'è qualcosa di simile allo studio per l'estate che verrà? "Quest'anno si potrebbe ragionare su meccanismi di incentivazione ancora più articolati - continuano i senatori M5s - Il grido d'allarme di albergatori, ristoratori, tour operator e tutti gli altri soggetti attivi nel segmento del resto si fa ogni giorno più forte: dal ministro Garavaglia ci aspettiamo un segnale forte. Di tempo non ce n'è più". Il via libera agli spostamenti tra regioni nel mese di maggio sarà il primo segnale per ridare fiato al turismo interno.  

Più che a un nuovo bonus vacanze 2021, è probabile che si ragionerà su nuovi incentivi esclusivamente con crediti d'imposta, specialmente per le famiglie a basso reddito. Sgravi quindi, e non bonus, spingendo sulle prenotazioni di viaggi in Italia. Ma serve chiarezza in fretta perché la stagione turistica inizia a giugno e il settore si basa sulla programmazione. 

Il bonus vacanze è stato un successo?

"I dati ufficiali attestano come il bonus vacanze sia stato utilizzato solo da una minima parte degli aventi diritto - spiega il presidente di Assoutenti Furio Truzzi - Questo perché lo scorso anno molte strutture ricettive non hanno accettato l'incentivo, e chi ha consentito agli utenti di usufruirne ha vincolato il bonus a paletti assurdi: soggiorno di minimo 7 notti, tetto di spesa non inferiore ai 1000 euro, pernottamenti solo per il periodo di settembre, prenotazioni effettuate senza agenzia di viaggi o intermediari, ecc.".

"Vincoli che hanno di fatto sabotato il sussidio, e proprio dall'esperienza fallimentare del passato si deve ripartire per salvare il bonus vacanze - prosegue Truzzi - Per tale motivo chiediamo al ministro del Turismo di rendere obbligatoria l'accettazione del bonus per albergatori e strutture ricettive, eliminando qualsiasi paletto o limite alla fruizione dell'incentivo". Proprio in tale direzione e per sostenere la ripartenza del turismo e le tasche delle famiglie italiane, Assoutenti lancerà nei prossimi giorni una petizione online volta a raccogliere firme per introdurre l'obbligo di accettazione del bonus vacanze e il superamento degli ostacoli riscontrati lo scorso anno.

Che cos’è il bonus vacanze

Il “Bonus vacanze” fa parte delle iniziative previste dal "Decreto Rilancio" e offre un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia. Chi ha richiesto il bonus dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 può utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021 (il termine per l’utilizzo è stato prorogato, da ultimo, dal decreto-legge n. 183 del 2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 21 del 2021). Hanno potuto ottenere il “Bonus vacanze” i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. L’importo del bonus è modulato secondo la numerosità del nucleo familiare:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone
  • 300 euro da due persone
  • 150 euro da una persona.

Per le prossime partenze, potranno quindi usufruire del bonus vacanze tutti coloro che ne hanno fatto richiesta entro il 30 dicembre 2020: il Milleproroghe, infatti, ha solo prolungato la validità del voucher, ma non i termini per la presentazione della domanda, che andava fatta entro il 31 dicembre dello scorso anno. E' possibile che per l'estate 2021 verranno introdotte nuove forme di sostegno per il settore, ma al momento il tema non è in cima all'agenda del governo Draghi.

"Numero dei casi ancora alto (e non solo): ecco perché non avremo un'estate spensierata"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus vacanze: cosa succede per l'estate 2021

Today è in caricamento