Domenica, 7 Marzo 2021
Qr code "bruciato"

Soldi in cambio del bonus vacanze: occhio alla truffa

Occhio agli account fake che promettono offerte roboanti. Per i bonus inutilizzati nessuna fretta: l'iniziale scadenza prevista per il 31 dicembre è stata posticipata al 30 giugno 2021.

In molti lo avevano chiesto e per tanti è rimasto inutilizzato fino ad oggi, il Bonus Vacanze ora è il bersaglio di una nuova truffa. A denunciarlo è la stessa agenzia delle entrate che spiega come recentemente su alcuni social network tra cui Instagram, sono apparsi account che offrono la possibilità di convertire in denaro i bonus vacanze che i cittadini hanno attivato attraverso la App IO, ma non ancora utilizzato per un soggiorno turistico. Alcuni cittadini, inoltre, hanno segnalato account o banner che pubblicizzano offerte turistiche particolarmente convenienti e che, una volta ottenuti il codice fiscale del cittadino e il codice univoco (o il QRcode) del Bonus vacanze, vengono chiusi e “scompaiono” dal web. In realtà, si tratta di vere e proprie truffe ai danni di cittadini, il cui bonus viene "bruciato" e non può più essere utilizzato né rigenerato in alcun modo.

L’Agenzia delle entrate, il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e PagoPA SpA, hanno già avviato le verifiche opportune e invitano i cittadini alla massima cautela e a utilizzare l’agevolazione come espressamente previsto dalle norme.

Il bonus e gli altri dati devono essere comunicati al fornitore del servizio turistico solo al momento dell’effettivo pagamento dell’importo dovuto per la vacanza. Infatti, il componente del nucleo familiare che intende fruire del bonus deve comunicare al fornitore il codice univoco (o esibire il QRcode), insieme con il proprio codice fiscale, che sarà riportato sulla fattura o documento commerciale emesso a fronte del pagamento. A questo punto, il fornitore verifica la validità del bonus inserendo il codice univoco, il codice fiscale del cliente e l’importo del corrispettivo dovuto nell’apposita procedura web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate e, in caso di esito positivo del riscontro, può confermare a sistema l’applicazione dello sconto. Da questo momento l’agevolazione si intende interamente utilizzata.

Si tratta dell'unico utilizzo del bonus vacanze consentito. E per i bonus inutilizzati nessuna fretta: l'iniziale scadenza prevista per il 31 dicembre è stata posticipata al 30 giugno 2021. 

Gli utenti che ancora non lo hanno richiesto hanno ancora tempo per farlo fino a domani 31 dicembre del 2020. Può essere richiesto dai nuclei familiari con ISEE fino a 40mila euro. Per il calcolo dell’ISEE è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo. Gli importi variano in base al numero dei componenti del nucleo familiare: 150 euro per una persona, 300 per due e 500 per tre o più persone.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi in cambio del bonus vacanze: occhio alla truffa

Today è in caricamento