Giovedì, 25 Febbraio 2021

Prima seduta della settimana positiva per Piazza Affari, bene i petroliferi

Milano chiude in rialzo seguendo il trend generalmente positivo degli altri mercati europei

(Alliance News) - Milano termina in rialzo la prima seduta di settimana, seguendo il trend generalmente positivo degli altri mercati europei. Non vi sono notizie economiche di rilievo, mentre il panorama politico europeo viene scosso dalle dimissioni di due ministri del governo May nel Regno Unito.

Domenica notte ha infatti lasciato la propria posizione il Segretario alla Brexit David Davis, seguito in mattinata dal Segretario agli Esteri Boris Johnson. Appare sempre più traballante il governo di Theresa May, che rischia di sgretolarsi sui dissidi interni in relazione alla Brexit.

Davis ha spiegato di non poter andare avanti in quanto non condivide la linea soft adottata dal Primo misitro nei negoziati a Bruxelles, sottolinenado "stiamo concedendo troppo". Starebbe invece creando notevoli imbarazzi la decisione di Johnson, in quanto proprio il Ministro degli Esteri era considerato il "volto della Brexit" e la sua decisione di abbandonare indicherebbe ormai senza alcun dubbio una crisi di leadership per Theresa May.

Tornando a Milano, il FTSE Mib termina la sessione di scambi con un rialzo dello 0,5% a 22.033,44 dopo aver concluso la seduta di venerdì in verde dello 0,1%.

Tra gli indici minori, il Mid-Cap vede rosso e perde lo 0,1% a 41.156,39, dopo aver terminato la seduta precedente in verde dello 0,7%. Lo Small-Cap segna invece un positivo dello 0,4% a 22.165,43, a fronte del precedente guadagno dello 0,3%. Infine, l'AIM raccoglie lo 0,8% a 9.927,63, superando il rialzo dello 0,1% registrato venerdì.

Sono i petroliferi a fare molto bene in questa giornata, con Saipem che non molla la posizione per l'intera seduta per chiudere da miglior performer in rialzo del 3,9%. Nel comparto segue Tenaris, anch'esso tra i migliori, segnando un positivo del 2,6%. Su anche Eni, con un più contenuto 0,8%, che beneficia della scoperta a olio leggero nel prospetto esplorativo B1-X situato nel permesso di South West Meleiha, nel deserto occidentale egiziano. Intanto, il greggio resta stabile.

Solida prestazione anche Prysmian, in verde del 3,6%, mentre Mediasetraccoglie il 2,8%, giovandosi delle indiscrezioni su una eventuale partnership strategica che sembra piacere agli investitori.

All'altro capo del listino scivola al fondo Ferragamo, in rosso dell'1,7%, forse ancora abbattuto dal taglio di target price di venerdì scorso da parte di Kepler Cheuvreux, che ha portato lo stesso sul titolo a EUR19,00 da EUR22,50 con valutazione 'Reduce'.

In negativo anche due utilitites, con A2a e Italgas che lasciano sul terreno l'1,1% e 1,2%.

Campari cede invece l'1,4%.

Fuori dal principale paniere, resta sempre in calo il titolo di Juventus FC sul Mid-Cap, delineandosi tra i peggiori titoli di giornata con un calo del 3,4%. Le azioni si ritirano dopo gli ingenti guadagni della scorsa settimana, sull'onda delle speculazioni su un ormai vicinissimo acquisto di Ronaldo

Sull'AIM, il titolo di Mail Up raccoglie un solido 5,9% dopo aver reso noto in giornata di aver realizzato una crescita del fatturato consolidato pari al 43% nel primo trimestre dell'anno, arrivando a toccare EUR9,5 milioni rispetto ai EUR6,7 milioni dell'anno prima.

Nelle notizie economiche, secondo le stime preliminari Istat, l'indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie nel primo trimestre dell'anno è calato dello 0,1% rispetto al quarto trimestre 2017, che aveva visto un aumento dello 0,1%. L'indice mostra un calo dello 0,4% anche su base annua, con il primo trimestre 2017 che aveva segnato una flessione dell'1,2%.

Nell'Eurozona, l'indice complessivo della fiducia degli investitori è salito nel mese di luglio a 12,1 punti dai 9,3 di giugno, andando oltre le previsioni per un calo a quota 9,0.

Tornando ai mercati, sulle altre piazze europee entrambi il DAX 30 di Francoforte e il CAC 40 di Parigi raccolgono lo 0,5%.

A Londra, il FTSE 100 chiude su dello 0,9%, con Antofagasta in vetta grazie ad un guadagno del 3,4%.

A metà seduta di lunedì a New York, i principali indici sono in verde. Il Dow sale dell'1,1%, lo S&P 500 avanza dello 0,7% e il Nasdaq è su dello 0,5%.

Sul fronte valutario, l'euro in chiusura di scambi si attesta a USD1,1749 mostrando un lieve calo da USD1,1759 di venerdì, mentre la sterlina vale USD1,3250 contro USD1,3277 della precedente chiusura.

Nelle commodities, il brent vale USD78,12 al barile contro USD76,94 di venerdì sera, mentre un'oncia d'oro è valutata USD1.261,09 contro USD1.256,00.

Nel calendario economico di martedì, sono attesi i dati sulla produzione industriale per il mese di maggio in Francia, Italia e Regno Unito, rispettivamente alle 0845 CET, 1000 CET e 1030 CET. Il Regno Unito rilascerà la produzione delle costruzioni, la produzione manifatturiera e la bilancia commerciale alla stessa ora. Alle 1100 CET, nell'Eurozona e in Germania saranno pubblicati i dati sul sentiment economico ZEW per luglio, mentre, sempre dall'area euro, sarà reso noto l'indice dei prezzi delle abitazioni per il primo trimestre.

Nel pomeriggio dagli Stati Uniti è previsto il rilascio dell'indice Redbook, alle 1455 CET.


Non sono attesi eventi sul fronte aziendale italiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima seduta della settimana positiva per Piazza Affari, bene i petroliferi

Today è in caricamento