Domenica, 7 Marzo 2021

Borse: Milano chiude bene, in rialzo anche le altre in Europa

Il Ftse Mib chiude la settimana in rialzo dello 0,5%. Positive Ferrari e Leonardo, male Telecom, Saipem e Campari

Foto di repertorio

(Alliance News) - Chiude positiva Milano come tutte le principali borse del Vecchio Continente. Ad agitare le acque nel pomeriggio la visita di Trump nel Regno Unito dove, dopo una serie di proclami e smentite, ha stabilito la forte relazione che lega i due paesi.

Il FTSE Mib termina in rialzo dello 0,5% a 21.892,35 dopo aver raccolto lo 0,4% giovedì sera.

Il Mid-Cap chiude in verde dello 0,4% a 41.070,25 dopo aver chiuso in rialzo il giorno prima dello 0,8%. Lo Small-Cap ha chiuso poco al di sopra della parità a 21.897,07 dopo il calo dello 0,3% di ieri sera. L'AIM Italia perde invece il 2,4% a 9.574,56 mentre ieri ha ceduto lo 0,9% al termine degli scambi.

Chiude in testa al principale listino meneghino Leonardo, che rastrella a fine giornata il 4,5%. La società ha comunicato venerdì che, in occasione del Salone di Farnborough 2018, verrà presentato il nuovo radar a scansione elettronica Grifo-E per veivoli fighter.

Segue Ferrari, che porta a casa nell'ultima seduta settimanale il 3,2%.

Bene anche Atlantia che termina la seduta in verde del 2,5%.

In testa fra i cattivi della classe chiude Telecom che lacia sul parterre l'1,3%, prendendo lo scettro anche del titolo con il più alto volume di scambi della giornata.

Saipem chiude sotto dell'1,2%. E' notizia di oggi che la società e Curtiss-Wright hanno firmato un accordo di collaborazione esclusiva per lo sviluppo di una nuova tecnologia per pompe sottomarine senza fluido-barriera, destinate ad applicazioni di trattamento e iniezione dell'acqua. Saipem e Curtiss-Wright svilupperanno, costruiranno e collauderanno un prototipo a grandezza naturale di una pompa senza fluido-barriera.

Chiude in rosso anche Campari con lo 0,8%.

Fuori dal paniere principale, Brunello Cucinelli sale del 5,8% al momento, miglior società a media capitalizzazione. Ieri, l'azienda ha reso noto che i ricavi netti del primo semestre ammontano a EUR269,5 milioni, con una crescita del 9% rispetto a EUR247,2 milioni del primo semestre 2017. Il fatturato crescente si ripercuote in tutte le aree geografiche dove è presente il marchio Brunello Cucinelli.

Dopo le montagne russe a cui abbiamo assistito nelle scorse giornate, il titoloJuventus oggi guadagna il 3,1% ritornando in territorio positivo dopo due giornate consecutive in rosso. La settimana si conclude con una perdita intorno al 9% ma il saldo fra crescita e perdita hanno fatto aumentare il titolo del 20% in due settimane.

Nell'indice AIM, Digital360 stacca tutti sull'indice dedicato alle PMI e guadagna oltre il 15% al termine della seduta. Questa mattina, la società ha reso noto che i ricavi e l'Ebitda di Gruppo nel primo semestre 2018 sono previsti in crescita di oltre il 70% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I risultati positivi conseguiti sono il frutto non solo delle acquisizioni concluse nei primi mesi dell’esercizio, e del loro relativo consolidamento, ma anche di un’importante crescita organica che, a parità di perimetro, si stima sia superiore al 20% sia in termini di ricavi sia di Ebitda.

Sul fronte delle notizie economiche, i dati rilasciati venerdì mattina da Destatis hanno mostrato che l'inflazione dei prezzi all'ingrosso della Germania ha accelerato bruscamente a causa dell'aumento dei costi dei combustibili solidi e dei prodotti petroliferi a giugno. L'inflazione dei prezzi all'ingrosso è salita al 3,4% a giugno dal 2,9% registrato a maggio. Un tasso simile più alto è stato registrato l'ultima volta a settembre 2017.

Inoltre, dalla Cina sono arrivati i dati dell'Amministrazione generale delle dogane che hanno mostrato che le esportazioni sono aumentate dell'11,3% su base annua a giugno, più rapidamente del previsto aumento del 9,5%. Le importazioni sono aumentate del 14,1% a giugno rispetto all'anno precedente, ben al di sotto delle previsioni degli economisti per una crescita del 21,3%.

In Europa, a Londra il FTSE 100 segna un positivo dello 0,2%,con Micro Focus International miglior titolo della giornata, dopo che JPMorgan ha aumentato il target dei prezzi sulla più grande società di software del Regno Unito a 1,120p da 900p.

Il CAC 40 di Parigi guadagna lo 0,4% e il DAX 30 di Francoforte è in verde dello 0,4%.

A New York, i principali listini sono al momento in rialzo. Il Dow sta al momento guadagnado lo 0,3%, il Nasdaq sale dello 0,2% e l'indice S&P 500 sta ugualmente raccogliendo lo 0,2%.

Nel Forex, al termine delle contrattazioni, l'euro vale USD1,1662 rispetto a USD1,1683 di giovedì sera. La sterlina viene scambiata a USD1,3202 contro USD1,3218 di ieri.

Nel commercio di materie prime, il brent vale USD75,53 al barile contro USD73,32 registrato all'ultima chiusura. L'oro, invece, ha un valore di USD1.242,18 l'oncia contro USD1.247,33.


Nel calendario economico di lunedì, in arrivo alle 1000 CET dall' Italia il saldo della bilancia commerciale e i prezzi all'importazione. In Spagna, alle 0900 CET saranno pubbblicati gli ordinativi industriali mentre alle 1100 CET la bilancia commerciale dell'Eurozona. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti alle 1430 CET i dati sulle vendite al dettaglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse: Milano chiude bene, in rialzo anche le altre in Europa

Today è in caricamento