rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
La guida

Tesoro a caccia di contanti, arriva nuovo il Btp Italia con maxi premio fedeltà

Il governo puntare su famiglie e piccoli investitori domestici per i titoli di Stato. Ma a chi conviene il nuovo Btp Italia?

Tesoro a caccia di liquidità, con l’obiettivo di riportare quote crescenti di debito pubblico nelle mani degli investitori italiani al fine di evitare pericolose speculazioni dei mercati finanziari sullo spread. All’interno di questa strategia si inserisce la 19esima emissione del Btp Italia di marzo, investimento di medio termine piuttosto allettante per i piccoli investitori italiani considerando l’indicizzazione all’inflazione e il maxi premio fedeltà finale.

Ma perché il Tesoro ha deciso di puntare sugli investitori italiani? Quali sono le caratteristiche principali del nuovo Btp Italia? A chi conviene? Vediamolo in questa breve guida.

Debito pubblico: il Tesoro punta sui piccoli investitori

Il Btp Italia è un bond indicizzato all’inflazione realizzato dal Tesoro appositamente per attrarre il pubblico retail (così vengono chiamati i piccoli risparmiatori). Dopo le turbolenze sullo spread degli anni scorsi che hanno accentuato i timori della comunità finanziaria sulla solvibilità dell’Italia, il governo ha deciso di cambiare strategia sul debito pubblico. Meglio ridurre l’esposizione verso le istituzioni finanziarie internazionali (per evitare possibili attacchi allo spread) e affidarsi ai piccoli investitori italiani, maggiormente orientati a tenere i titoli di stato nel proprio portafoglio e a non fare compravendita in caso di turbolenze sui mercati (in gergo vengono chiamati cassettisti).

Così è nato il Btp Italia, arrivato alla 19esima emissione, con una partecipazione di piccoli risparmiatori via via crescente. Basti sapere che durante l’ultima emissione di novembre 2022 sono stati raccolti 12 miliardi di euro, con 7,2 miliardi andati alle famiglie. Il bond indicizzato all’inflazione ha attratto 256mila risparmiatori, posizionandosi al secondo posto dopo l’emissione record del 2020. Una buona notizia, visto che secondo i calcoli di Scope Ratings il fabbisogno finanziario del nostro Paese richiederà un aumento delle disponibilità di debito pubblico italiano degli investitori privati di circa 90-120 miliardi di euro annui. Questo perché si sta registrando una minore esposizione degli investitori esteri verso il debito italiano (numeri così bassi non si vedevano ormai da 7 anni) ma anche perché la Bce ha deciso di ridurre progressivamente gli acquisti di titoli di Stato dei paesi membri Ue.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tesoro a caccia di contanti, arriva nuovo il Btp Italia con maxi premio fedeltà

Today è in caricamento