Martedì, 26 Gennaio 2021
Soldi

Buoni spesa per le famiglie: come fare domanda e a quanto ammontano

E' stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il provvedimento che verrà finanziato con un nuovo fondo di 400 milioni di euro da destinare ai Comuni. Tutte le cose da sapere

Ritorna il buono spesa per le famiglie con il decreto Ristori ter: come fare per averlo e utilizzarlo in tempi brevi? Proviamo a fare chiarezza. E' stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il provvedimento che verrà finanziato con un nuovo fondo di 400 milioni di euro da destinare ai Comuni.

Buoni spesa dicembre 2020: a chi spettano

L’obiettivo immediato e concreto è quello di sostenere quei nuclei familiari che si trovano in difficoltà: l’aiuto arriverà attraverso l'erogazione di buoni spesa e generi di prima necessità, come avvenne durante la prima fase dell'emergenza sanitaria in Italia la scorsa primavera. Le risorse verranno destinate ai Comuni che poi saranno incaricati di individuare le famiglie in maggiore difficoltà economica: solo a loro sarà consegnato il buono.

Deve essere il Comune,  sulla base della nota di indirizzo dell’Anci dello scorso marzo, che fa riferimento all’Ordinanza della protezione civile n.658, a definire i criteri di attribuzione del buono spesa e gli aventi diritto. Bisogna quindi fare riferimento al proprio Comune di residenza per conoscere i dettagli specifici e come fare domanda.  Quasi tutti i Comuni dovrebbero mettere a disposizione il modulo di autocertificazione con il quale richiedere il buono spesa, dove segnalare la numerosità del nucleo familiare e se eventualmente si ricevono già altre forme di sostegno (ad esempio il reddito di cittadinanza).

Buoni spesa: la cifra va dai 300 ai 500 euro

A quanto ammonta il buono spesa? Il contributo potrà variare da un minimo di 300 euro ad un massimo di 500 euro: la forbice dipende dalla composizione del nucleo familiare. In base alle informazioni disponibili, i bonus spesa dovrebbero variare dai 300 euro per una famiglia composta da una o due persone ai 500 euro per quelle composte da cinque i più persone. Saranno 400 per i nuclei familiari di tre o quattro individui

I buoni spesa saranno utilizzabili per l’acquisto di generi di prima necessità presso gli esercizi commerciali contenuti in un elenco che ciascun Comune dovrà pubblicare sul proprio sito istituzionale. Le amministrazioni comunali, in alternativa, potranno decidere di non erogare alcun tipo di bonus spesa, ma potranno decidere di consegnare la spesa a domicilio a quelle famiglie che ne avrebbero diritto Ultima annotazione: non saranno acquistabili prodotti che non siano generi di prima necessità.

La donna che chiede il bonus spesa Covid ma ha più di 300mila euro in banca 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buoni spesa per le famiglie: come fare domanda e a quanto ammontano

Today è in caricamento