Mercoledì, 28 Luglio 2021
Economia Torino

Fca, cassa integrazione per migliaia di dipendenti: "La situazione peggiora"

La Fiom-Cgil rende noto che giovedì 15 marzo Fca ha comunicato, replicando quanto annunciato ieri per gli Enti Centrali di Mirafiori, il ricorso alla cassa integrazione ordinaria per diverse realtà del Gruppo: "Un quadro che solo chi è in malafede può definire normale"

Cassa integrazione per altri 1400 dipendenti di Fca: c'è preoccupazione tra i sindacati.

La Fiom-Cgil rende noto che questa mattina, giovedì 15 marzo, Fca ha comunicato, replicando quanto annunciato ieri per gli Enti Centrali di Mirafiori, il ricorso alla cassa integrazione ordinaria per diverse realtà torinesi del Gruppo: per i 614 lavoratori del Centro Ricerche (Crf) di Orbassano, per i 562 della Purchasing srl di Mirafiori (società che si occupa di acquisti) e per i 224 di Mopar (ex Ricambi) di None e Volvera. Le giornate di stop saranno quattro: il 9, 26, 27 e 30 aprile.

Fiom-Cgil: "Non è normale"

"Con questo annuncio di cassa, agli oltre 6000 addetti degli Enti Centrali, si aggiungono altri 1400 lavoratori, anche in questo caso per lo più impiegati, per il secondo mese consecutivo - dichiara Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil - Considerando poi l'estensione a tutto il Polo del lusso dei contratti di solidarietà (Carrozzeria di Mirafiori e Maserati di Grugliasco), ne emerge un quadro che solo chi è in malafede può definire normale".

"Altra cosa - prosegue Bellono - è l'attesa fiduciosa e un po' messianica dell'investor day di giugno: i lavoratori, tanto più a fronte dei sacrifici di questi anni, hanno diritto di sapere se in fondo al tunnel c'è un po' di luce, ma anche quanto ancora questo tunnel sarà lungo. Il 2018 - conclude il sindacalista Fiom - , che doveva essere l'anno della piena occupazione, per ora è invece l'anno in cui il lavoro frena e aumentano gli ammortizzatori sociali".

Cassa integrazione per migliaia di lavoratori

Iera infatti era stato comunicato il ricorso alla cassa integrazione ordinaria per i 6.373 addetti degli enti centrali di Mirafiori: le fermate riguarderanno le giornate del 9, 26, 27 e 28 aprile. Queste giornate di cassa integrazione fanno seguito a quelle già attivate a dicembre 2017 e a marzo 2018 e agli stop programmati a inizio gennaio con permessi individuali. Oggi si sono svolte alla Maserati di Grugliasco le assemblee, convocate dalla Fiom-Cgil, dopo l’accordo di ieri sui contratti di solidarietà. 

"Uno scarico di lavoro nei settori che dovrebbero progettare nuovi modelli e implementare nuove motorizzazioni, recuperando evidenti ritardi - secondo la Fiom-Cgil - Più che un segnale, in realtà, anche questa cassa è la conferma che la situazione al momento peggiora. Speriamo che quanto prima, anche attraverso la Regione Piemonte e il Comune di Torino, si riesca a capire qualcosa in più sulle prospettive degli stabilimenti torinesi di Fca, senza aspettare il mese di giugno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fca, cassa integrazione per migliaia di dipendenti: "La situazione peggiora"

Today è in caricamento