Domenica, 7 Marzo 2021
Italia

Mattarella ha nominato 25 nuovi cavalieri del Lavoro: ci sono anche Illy e l'ad di Enel Starace

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha firmato in data 31 maggio 2018, su proposta del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, il decreto con il quale sono stati nominati 25 Cavalieri del lavoro.

Nominati i 25 nuovi Cavalieri del lavoro. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha firmato il decreto con il quale, su proposta del ministro dello Sviluppo Economico Dottor Carlo Calenda, sono stati nominati i nuovi Cavalieri del Lavoro: dall'amministratore delegato di Enel, Francesco Starace a Giovanni Fileni, il presidente dell'omonimo gruppo, passando da Andrea Illy, presidente di Illycaffè Spa.

Che cosa sono i cavalieri del lavoro

Istituita nel 1901, l'onorificenza di Cavaliere del Lavoro viene conferita ogni anno in occasione della Festa della Repubblica a imprenditori italiani, che si sono distinti nei cinque settori dell'agricoltura, dell'industria, del commercio, dell'artigianato e dell'attività creditizia e assicurativa. I requisiti necessari per essere insigniti dell'onorificenza sono l'aver operato nel proprio settore in via continuativa e per almeno vent'anni con autonoma responsabilità, e l'aver contribuito in modo rilevante attraverso, l'attività d'impresa, alla crescita economica, allo sviluppo sociale e all'innovazione.

Considerando le nuove nomine, i Cavalieri del Lavoro sono attualmente 617: dal 1901 ad oggi gli insigniti dell'onorificenza ''Al Merito del Lavoro'' sono stati 2.872.

La Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, che riunisce tutti gli insigniti, è nata nel 1914 e costituisce uno strumento di presenza dei Cavalieri del Lavoro nella società, promovendo l'impegno sui temi sociali e del mondo della produzione.

La Federazione si dedica, in particolare, alla formazione d'eccellenza a livello universitario con il premio ''Alfieri del Lavoro'' e con il Collegio Universitario ''Lamaro Pozzani'' in cui ospita gratuitamente studenti selezionati esclusivamente per merito.

Ecco l'elenco completo degli insigniti, con l'indicazione, per ciascuno, del settore di attività e della Regione di provenienza:

Baldassare Agnelli (Industria/Utensileria da cucina, Lombardia);

Alberto Canonico Barbersi (Industria/Tessile, Piemonte);

Vincenzo Cafarelli (Commercio/Elettronica, Campania);

Massimo Carrara (Industria/Carta e affini, Toscana);

Carla Casini (Industria/Tappeti e moquette, Toscana);

Luciano Cillario (Industria/Grafica, Piemonte);

Barbara Cittadini (Sanità privata/Case di cura, Sicilia);

Giuseppe Costa (Servizi/Ricreativi, culturali, didattici, Liguria);

Giancarlo Dallera (Industria/Componentistica, Lombardia);

Piter Ennio De Rigo (Industria/Occhiali, Veneto);

Gino Del Bon (Industria/Lavorazioni in vetro, Lombardia);

Giovanni Fileni (Industria/Agroalimentare, Marche);

Mario Coccetta Filippi (Industria/Tessile, Umbria);

Andrea Illy (Industria/Caffè, Friuli Venezia Giulia);

Carlo Francesco Mario Ilotte (Industria/Fusione metalli leggeri, Piemonte);

Giovanni Licitra (Industria/Semi di carruba, Sicilia);

Alessandro Morra (Commercio/Farmaci, Campania);

Marco Palmieri (Industria/Borse, pelletteria, selleria, Emilia Romagna);

Francesco Passadore (Credito/Banche, Liguria);

Pierantonio Riello (Industria/Gruppi statici di continuità, Veneto);

Remo Ruffini (Industria/Abbigliamento, Lombardia);

Francesco Starace (Industria/Energia, Lazio);

Fabio Storchi (Industria/Macchine industriali, Emilia Romagna);

Gloria Maria Rosaria Tenuta (Industria/Agroalimentare, Calabria);

Alberto Vacchi (Industria/Macchine automatiche, Emilia Romagna);

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mattarella ha nominato 25 nuovi cavalieri del Lavoro: ci sono anche Illy e l'ad di Enel Starace

Today è in caricamento