Venerdì, 14 Maggio 2021
Dopo i crash test

Sicurezza dei bimbi a rischio, Chicco richiama alcune basi per seggiolini: come riconoscere quelli difettosi

Le criticità emerse durante i crash test hanno spinto il consorzio automobilistico europeo e le organizzazioni di consumatori ad anticipare l'uscita dei risultati: ecco cosa fare se si è in possesso di un prodotto difettoso

Un'immagine tratta dai crash test

Chicco, azienda specializzata nei prodotti per bambini, ha richiamato alcune basi Isofix, utilizzate nel seggiolino Kiros i-Size, in quanto difettose. Il motivo? Durante gli ultimi crash test effettuati sul modello, venduto anche in Italia, sono state riscontrate alcune criticità, tali da spingere il consorzio automobilistico europeo e le organizzazioni di consumatori, tra cui anche Altroconsumo, ad anticipare la diffusione dei risultati del test prevista per maggio. Secondo i test effettuati in laboratorio, in caso di impatto frontale o laterale il seggiolino può sganciarsi dalla base ed essere proiettato all'interno dell'abitacolo, esponendo i bambini al rischio di subire gravi lesioni.

Cosa fare se si è in possesso di un seggiolino con base difettosa? Chicco ha annunciato che presto metterà in moto una campagna di sostituzione gratuita, intanto i proprietari dei seggiolini possono continuare ad utilizzarlo con le cinture di sicurezza dell'auto. La base Isofix, invece, non va utilizzata assolutamente. Vediamo adesso come riconoscere i modelli difettosi.

Come riconoscere i modelli difettosi

Chicco ha confermato che sta procedendo con un richiamo volontario del seggiolino Kiros i-Size e provvederà a una sostituzione gratuita di tutte le basi Isofix difettose. Nel frattempo, ha reso note alcune indicazioni per riconoscere i seggiolini difettosi:

  • rientrano tra questi esclusivamente i modelli distribuiti a partire da luglio 2020, parliamo di una quantità limitata a 1984 unità;
  • è importante anche considerare l'etichetta di omologazione sulla base del seggiolino: il numero di approvazione di quelle difettose è 030059;
  • un ultimo elemento per riconoscere una base a rischio è la data riportata sull'etichetta di tracciabilità (su fondo bianco): sono comprese le date tra il 23/11/2019 e il 19/11/2020.

Cosa fare se hai un seggiolino Chicco Kiros i-Size

In attesa di ricevere il pezzo di ricambio che ne assicuri la stabilità, se hai anche tu un seggiolino Chicco Kiros i-Size non utilizzarlo con la base Isofix in dotazione. Il consiglio è quello di utilizzarlo ugualmente, ma fissandolo attraverso la cintura di sicurezza dell'auto. Il test ha confermato infatti una buona protezione in caso di incidente: il seggiolino risulta sicuro, purché la cintura di sicurezza sia posizionata correttamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza dei bimbi a rischio, Chicco richiama alcune basi per seggiolini: come riconoscere quelli difettosi

Today è in caricamento