Mercoledì, 20 Gennaio 2021

Coronavirus, bonus mobilità: ci sono due opzioni (e sono cumulabili)

Il Governo sta studiando due misure per promuovere la mobilità alternativa durante la fase 2 e la fase 3 dell'emergenza coronavirus: il bonus bici e il bonus rottamazione, cosa sappiamo 

Foto di repertorio

Gli incentivi alla mobilità alternativa sono tra le priorità che il Governo vuole inserire nel prossimo decreto: un modo per agevolare e promuovere la mobilità alternativa durante l'attuale fase 2 dell'emergenza coronavirus e anche per quella successiva. La necessità di modificare le modalità di spostamento, in linea con le regole per il distanziamento sociale, hanno spinto l'esecutivo a valutare due diverse agevolazioni: il bonus bici e il bonus rottamazione. Al momento si tratta di misure non ancora attive, ma vediamo nel dettaglio come dovrebbero funzionare i due bonus che dovrebbero vedere la luce nei prossimi giorni.

Coronavirus, come sarà il bonus bici

Il bonus per l'acquisto di biciclette, monopattini e altri mezzi simili dovrebbe far parte del Decreto Rilancio e, secondo l'ultima bozza circolata, sarà un bonus da 500 euro per coprire fino al 70% della spesa sostenuta, di cui le persone potranno usufruire entro il 31 dicembre 2020. Come confermato dal ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, il bonus bici non sarà per tutti, ma soltanto per i residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 50.000 abitanti. Dovrebbero essere coinvolti nell'agevolazione anche gli acquisti di biciclette con pedalata assistita, veicoli la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, e monopattini.

Sono ancora molti i particolari poco chiari su questa misura che, se non venisse inserita nel Dl Rilancio, potrebbe arrivare nel decreto successivo. Non sono ancora state specificate le modalità di richiesta del bonus che potrebbe essere sia un rimborso post-acquisto oppure uno sconto applicato direttamente dal commerciante. Intanto, il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha annunciato che, per il capoluogo lombardo, il bonus bici sarebbe stato retroattivo al 4 maggio 2020. Ricordiamo che si tratta soltanto di indiscrezioni, per avere tutte le informazioni certe su questo bonus bisognerà attendere il testo ufficiale.

Coronavirus, c'è anche il bonus rottamazione

L'altra misura in fase di studio per promuovere la mobilità alternativa è un bonus destinato a chi risiede nelle zone più inquinate del Paese. L'agevolazione potrà essere utilizzata da chi rottama autovetture fino alla classe Euro 3 o motocicli fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi, che in cambio riceverà un bonus mobilità da 1.500 euro per ogni autovettura e 500 euro per ogni motociclo rottamati entro il 31 dicembre 2021 da utilizzare in tre anni per l'acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico, biciclette, servizi di sharing. Sempre secondo la bozza del testo, il bonus rottamazione e il bonus bici saranno cumulabili tra loro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, bonus mobilità: ci sono due opzioni (e sono cumulabili)

Today è in caricamento