Domenica, 1 Agosto 2021
Economia

Coronavirus, Intesa Sanpaolo attiva la sospensione a distanza di mutui, prestiti e finanziamenti

Il processo si applica solo a clientela conosciuta e dopo aver verificato i consensi privacy: ecco come funziona. Gestori e filiale online a disposizione per verificare l’utilizzo del "servizio a distanza" anche per altre attività bancarie

Il decreto legge contenente misure urgenti a causa dell'emergenza coronavirus prevede, in una sua bozza, anche una norma che sospende il pagamento dei mutui per chi ha difficoltà economiche causate proprio dall'epidemia di Covid-19. Nel dettaglio, nella bozza del dl si legge anche la possibilità di un rifinanziamento del fondo di solidarietà mutui prima casa per consentire la sospensione fino a 18 mesi del pagamento delle rate per mutui ipotecari anche all’ipotesi di "sospensione dal lavoro o riduzione dell'orario di lavoro per un periodo di almeno trenta giorni, anche in attesa dell'emanazione dei provvedimenti di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito" (qui tutti i dettagli). 

In riferimento a quanto annunciato nei giorni scorsi, come e cosa fare per sospendere finanziamenti, mutui e prestiti personali? Intesa Sanpaolo ha già attivato un processo transitorio per contenere il più possibile i momenti di contatto e incontro tra clienti – privati e imprese - e gestori. Le limitazioni di movimento per le persone in questa fase di emergenza, insieme a situazioni personali di salute o la necessità di limitare qualsiasi contatto fisico non necessario, deve portare a considerare l’impossibilità del cliente di effettuare un incontro fisico con il proprio gestore di riferimento per attivare la sospensione del finanziamento.

Intesa Sanpaolo attiva la sospensione a distanza di mutui, prestiti e finanziamenti: come funziona

E proprio per ovviare a questa criticità, il gruppo Intesa Sanpaolo ha messo a disposizione della propria clientela una nuova modalità di gestione della richiesta di sospensione per un finanziamento, un mutuo o un prestito personale, grazie ad un processo di scambio di informazioni e documenti via telefono ed email, direttamente tra il cliente ed il gestore. Il processo si applica solo a clientela conosciuta e dopo aver verificato i consensi privacy. Lo scambio degli originali potrà avvenire attraverso l’invio per posta o corriere. La sospensione delle rate dei finanziamenti in essere, per la sola quota capitale o per l’intera rata, può essere chiesta per 3 mesi, con eventuale proroga di ulteriori 3 o 6 mesi in funzione della durata dell’emergenza.

“Si tratta di una ulteriore soluzione che vogliamo offrire ai nostri clienti che intendono richiedere la sospensione di un finanziamento e che non possano o non vogliono recarsi personalmente in filiale - spiega Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo -. Grazie alla collaborazione delle nostre persone ed agli strumenti tecnologici a disposizione, il nostro Gruppo vuole rassicurare e garantire, proprio in fase di emergenza, la tutela ed il servizio ai propri clienti ed al personale”.

Intesa Sanpaolo ricorda che, in questa fase di emergenza, la disponibilità di servizi a distanza è allargata anche ad altri tipi di operatività bancaria. L’invito a tutta la clientela è di contattare il proprio gestore o la filiale online al numero 800.303.303 per verificare se l’attività di proprio interesse possa essere svolta anche tramite il servizio a distanza offerto da Intesa Sanpaolo, senza doversi recarsi in filiale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Intesa Sanpaolo attiva la sospensione a distanza di mutui, prestiti e finanziamenti

Today è in caricamento