Coronavirus, stop agli aumenti di prezzi per disinfettanti e mascherine

Laura Castelli, viceministro dell'Economia: "Stiamo vagliando l'ipotesi di adottare norme per contenere i prezzi di disinfettanti e mascherine, per evitare aumenti ingiustificati"

I prezzi in alcune zone alle stelle per disinfettanti e mascherine in questi giorni di diffusa preoccupazione per il coronavirus sono una vergogna. ''Stiamo vagliando l'ipotesi di adottare norme per contenere i prezzi di disinfettanti e mascherine, per evitare aumenti ingiustificati. Proprio ieri ne abbiamo parlato con il Ministro, con cui siamo praticamente in riunione permanente. La Guardia di Finanza, già ieri, ha comunque avviato controlli su questi rincari anomali. E questa è la cosa più impattante''. Lo ha detto il Vice Ministro dell'Economia e delle Finanze, Laura Castelli, intervenendo a Radio Anch'Io su Radio Uno.

Quando le scorte nelle farmacie e anche nei supermercati hanno iniziato a scarseggiare qualcuno ha iniziato ad applicare prezzi impensabili a beni divenuti ricercatissimi in questi giorni. Anche settanta euro per tre mascherine di carta. A Milano la procura ha aperto a carico di ignoti un fascicolo d’inchiesta ipotizzando l’accusa di "manovre speculative su generi di prima necessità"

"Alle 16 incontreremo con il ministro Patuanelli le associazioni di categoria, imprese in particolare. Stiamo lavorando assieme Sviluppo Economico, Ministero del Lavoro e Ministero dell`Economia per definire gli interventi. Ci sono temi legati alla finanza, banche e accesso al credito, le questioni del personale ma anche il mondo del turismo che è in particolare fermento" ha poi detto Laura Castelli: "In questo momento stiamo parlando di sei Regioni in cui ci sono ordinanze importanti, e potranno registrare un rallentamento del tessuto economico. Siamo molto attenti a questo aspetto, proprio per evitare problemi sul lungo termine. Per questo - ha aggiunto - siamo pronti ad intervenire nell`immediato".

Coronavirus, prezzi disinfettanti e mascherine: "Il governo intervenga"

"Il governo intervenga per impedire ogni fenomeno speculativo relativo al vertiginoso aumento dei prezzi di alcuni prodotti igienico-sanitari, come liquidi e gel per la disinfezione e la pulizia delle mani e mascherine di protezione". E' quanto chiede l'interrogazione parlamentare presentata dalla deputata dem Marianna Madia, sottoscritta da tutto il Gruppo della Camera del Pd, indirizzata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"A causa dell'esaurimento delle scorte di farmacie e supermercati, sono aumentate moltissimo le richieste nel commercio online dove i prezzi sono schizzati fino a raggiungere cifre assurde, anche di alcune centinaia di euro: non si tratta di libero mercato, ma di una vergognosa speculazione che va fermata immediatamente -prosegue il Pd-. L'esecutivo assuma opportuni provvedimenti per garantire approvvigionamento e distribuzione di prodotti necessari per il contenimento del contagio, anzitutto a tutela dei soggetti più fragili perché affetti da patologie che richiedono una grande attenzione alla protezione igienica''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, mascherine negli uffici pubblici

La direttiva a cui stanno lavorando la Funzione pubblica e il ministero della Salute, per riuscire a mettere gli operatori del pubblico impiego nelle condizioni di lavorare in sicurezza a fronte dell'emergenza coronavirus, sarebbe in preparazione in queste ore. La direttiva dovrebbe prevedere alcune norme di comportamento corretto a livello igienico, a cominciare da quello di far lavorare i dipendenti pubblici negli uffici a una distanza di almeno 1,5 metri l'uno dall'altro, non solo quindi nel front office con il pubblico. Inoltre, a tutela dei lavoratori, si dovrebbe prevedere l'uso di salviettine monouso, dispencer di gel disinfettante e ove possibile mascherine. La direttiva inoltre dovrebbe incrementare forme di smart working in accordo con i sindacati.

Coronavirus, l'esperto: "Casi rilevati presenti da giorni, l'epidemia non si sta espandendo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 19 settembre 2020: numeri e quote

  • Chi è Tommaso Zorzi e perché è famoso: tutto sull'influencer, dall'amore alla carriera

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

  • Mascherina (di nuovo) obbligatoria all'aperto in Campania: l'ordinanza di De Luca

  • Polemica a Tale e Quale, Carmen Russo nei panni di Stefania Rotolo ma la figlia non apprezza

  • Calciomercato, le ultime notizie su trattative, acquisti e cessioni: Lazio, colpo in difesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento