Rider multato per 530 euro perché attraversa il parco mentre sta consegnando le pizze

E' accaduto a Bresso, in provincia di Milano. Il fattorino è stato fermato e sanzionato dalla polizia locale, racconta MilanoToday

Foto di repertorio

Fermato dalla polizia locale mentre attraversava il Parco Nord a Bresso in bici durante il suo turno di lavoro, un rider è stato multato per oltre 530 euro. E' successo nel comune della città metropolitana di Milano, mercoledì sera. "Sono entrato da questa parte - dice il fattorino in un video pubblicato su Facebook - dove non c'è alcun cartello e ricevo una multa di 533 euro perché io, mentre sono al lavoro, ho tagliato da questa parte del Parco. E ho le pizze qua dentro. Le pizze, la birra: sto lavorando".

La multa di ben 533 euro, spiega MilanoToday, è stata emessa perché il rider ha violato l'ordinanza sulla chiusura dei parchi per l'emergenza coronavirus. "La sanzione - scrive il gruppo Facebook di rider e attivisti Deliverance Milano - è circa la metà dello stipendio medio di un fattorino. Di fronte alla proteste del rider il pubblico ufficiale non ha fatto una piega, nonostante le pizze nel cassone e l'applicazione connessa. Ora chi dovrebbe pagare questa multa se non Deliveroo?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A confermare l'episodio il capitano della polizia locale di Bresso, che spiega come i parchi siano sotto stretto controllo vista la scarsa osservanza della normativa vigente per il contenimento dell'epidemia: molte le persone fermate e multate all'interno (la violazione prevede sanzioni da 400 a tremila euro). Per legge il Parco Nord è chiuso e il rider ha ricevuto una sanzione maggiorata di un terzo perché oltre ad essere entrato nello spazio verde, stava utilizzando una bicicletta. "Il parco non è recintato e il lavoratore per correre, essendo pagato a cottimo, ha tagliato la strada per fare prima - spiega Deliverance Milano -. Pretendiamo una paga oraria come minimo garantito per i lavoratori subito e un'indennità di rischio visto il pericolo di contagio da Covid-19 per tutta la durata dell'emergenza sanitaria".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il conto salato poi la lite, Federico Fashion Style rompe il silenzio: extension rimosse per far pagare meno alla cliente

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 30 giugno 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 25 giugno 2020

  • Coronavirus: trucchi e consigli per pulire e disinfettare il condizionatore

  • Aumenti in busta paga dal 1° luglio, è conto alla rovescia: quanti euro in più e a chi spettano

  • Buste paga, a luglio oltre al bonus c'è anche il rimborso (ma non per tutti)

Torna su
Today è in caricamento