Lunedì, 30 Novembre 2020

Supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta, i sindacati: ''Non è essenziale fare la spesa tutti i giorni''

I sindacati lombardi hanno chiesto alle aziende della grande distribuzione di tenere chiusi i loro punti vendita in Lombardia nelle giornate di Pasqua e Pasquetta: ''Un giusto ringraziamento per quello che stanno facendo''

Foto di repertorio

Chiudere i supermercati in Lombardia nelle giornate di Pasqua e Pasquetta: un modo per ringraziare i lavoratori, più esposti al rischio di contagio, dandogli due giorni di libertà e sicurezza. E' quanto hanno richiesto richiesto dai sindacati alle aziende della grande distribuzione: chiudere i punti vendita nella regione maggiormente colpita dall'epidemia di coronavirus

Coronavirus, i sindacati in Lombardia: ''Chiudere i supermercati a Pasqua e Pasquetta''

La richiesta è contenuta in una nota firmata da Filcams Cgil Lombardia, Fisascat Cisl Lombardia e Uiltucs Lombardia: "Le lavoratrici e i lavoratori della grande distribuzione sono da più di quattro settimane in prima linea e in condizioni di grandi difficoltà nel garantire ai cittadini l'approvvigionamento di generi alimentari.  Nonostante la paura per la propria salute e quella dei propri cari e le forti pressioni dovute all'assalto a volte insensato ai supermercati, hanno continuato con impegno e dedizione a svolgere un servizio fondamentale per tutti noi".

"Siamo quindi convinti, in questo momento così difficile, che sia ancora più importante garantire ai lavoratori e alle lavoratrici di poter trascorrere Pasqua e Pasquetta a casa con la loro famiglia", sottolineano i sindacati.

"È un giusto ringraziamento per quello che hanno fatto e continueranno a fare per tutti noi, oltre che un contributo alla gestione dell'emergenza. Mangiare tutti i giorni è essenziale, non lo è fare la spesa tutti i giorni e più volte al giorno - evidenziano i sindacati-. Chiudendo due giorni, non rischiamo di rimanere senza cibo. Inoltre due giorni di chiusura consecutivi costituirebbero una straordinaria occasione per sanificare al meglio di ambienti". 

La nota delle sigle culmina con la richiesta alle aziende della grande distribuzione: ''Invitiamo le imprese a prevedere la chiusura dei supermercati e ipermercati a Pasqua e Pasquetta, ribadendo ancora una volta che né la legge, né il contratto collettivo nazionale prevedono l'obbligo della prestazione lavorativa in occasione delle giornate festive". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta, i sindacati: ''Non è essenziale fare la spesa tutti i giorni''

Today è in caricamento