rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Mossa vincente

Il 'gioco' di Elon Musk con le azioni Tesla per diventare ancora più ricco

Cosa c’è veramente dietro le ultime operazioni finanziarie di Elon Musk sulle azioni Tesla. Ci ha guadagnato o perso?

Elon Musk continua a creare scompiglio sui mercati finanziari. Dopo aver ‘giocato’ a suon di tweet con le criptovalute, il fondatore di Tesla e della società aerospaziale Space X ha deciso di cedere il 10% delle azioni della sua casa produttrice di auto elettriche di lusso per pagare le tasse.

Il titolo ha registrato una brusca discesa facendo perdere al miliardario una somma ingente. È proprio così? Elon Musk ci ha guadagnato o perso?

Elon Musk vende il 10% di azioni Tesla per pagare le tasse

Elon Musk ha deciso di cedere una buona fetta delle azioni Tesla in suo possesso, a suo dire, per pagare le tasse. È attualmente in discussione al Senato degli Stati Uniti d’America una nuova legge che prevede l'introduzione di una tassa sui patrimoni finanziari che andrà a colpire le 700 persone più ricche del paese, tassando anche i portafogli azionari.

L’ad di Tesla non riceve uno stipendio e ha una ricchezza composta solamente da azioni, forse proprio per questo è l’uomo più facoltoso al mondo: vanta una ricchezza di 243 miliardi di dollari, ma non paga tasse sul patrimonio da 5 anni, ossia dall’ultima volta che ha venduto azioni.

Se la legge dovesse passare il miliardario di origine sudafricana dovrebbe versare circa 50 miliardi di dollari di tasse, mentre il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, 44 miliardi e Mark Zuckerberg 29 miliardi.

Il fondatore di Tesla avrebbe fatto tutto alla luce del sole, chiedendo ai suoi follower in un sondaggio su Twitter se dovesse cedere o meno il 10% di azioni Tesla. Il responso è stato positivo, con il 57,9% dei follower favorevoli alla cessione (3,5 milioni i votanti). E così ha fatto: Musk ha venduto oltre 7 milioni di azioni Tesla, per un valore di 7,8 miliardi di dollari, provocando una brusca discesa delle quotazioni del titolo Tesla.

Sulla borsa di Wall Street le azioni hanno ceduto in 10 giorni circa il 20% del proprio valore, facendo perdere al fondatore centinaia di milioni di dollari. Secondo gli ultimi documenti depositati presso la Securities and Exchange Commission (Sec), la Consob americana, il miliardario detiene ancora circa 167 milioni di azioni Tesla. 

Grazie alle stock options Musk ha realizzato un profitto del 99,4%

Ma quindi Musk ha perso o guadagnato? Secondo alcuni esperti di finanza, il patron di Tesla avrebbe messo a segno un colpo da maestro grazie alle stock option ricevute nel 2012, ossia strumenti finanziari che vincolano una parte del salario all’andamento del titolo sul mercato. Si tratta di strumenti pensati per stimolare i dipendenti a migliorare la performance del gruppo. Scendendo nel dettaglio, le stock option concedono la facoltà di acquisire le azioni dell’azienda entro un dato intervallo di tempo e a un dato prezzo, operazione che verrà fatta solo se si ha la possibilità di realizzare un guadagno, ossia quando il prezzo del titolo quotato in borsa sarà superiore a quello di esercizio delle stock option.  

Cosa ha fatto tecnicamente Elon Musk? Ha ceduto 7 milioni di azioni Tesla a oltre 1.000 dollari ma con le stock option ne ha ricomprate la metà a poco più di 6 dollari ad azione. In particolare, l’ad di Tesla avrebbe esercitato il diritto di stock options su 2,1 milioni di azioni al prezzo di 6,24 dollari l’una (oggi il titolo Tesla scambia a 1.013 dollari), pagando 13,4 milioni di dollari un pacchetto azionario che in realtà ne vale 2,4 miliardi, con un guadagno del 99,4%.

Su questo acquisto Musk però dovrà pagare delle tasse, per un totale che si aggirerebbe sui 15 miliardi di dollari. La vendita di azioni Tesla servirà proprio per “soddisfare gli obblighi di ritenuta fiscale relativi all'esercizio delle stock option”, come scritto dalla Sec, perchè il patron di Tesla, nonostante sia l'uomo più ricco al mondo, non possiede abbastanza liquidità per pagare le tasse sulle stock option. Per ragioni fiscali, infatti, ha deciso di comporre il suo patrimonio principalmente con azioni, visto che la legge americana tassa solo i redditi e non la ricchezza. Considerando questo, possiamo tranquillamente dire che Musk ha messo a segno l'ennesima mossa vincente, soprattutto nei confronti del fisco americano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 'gioco' di Elon Musk con le azioni Tesla per diventare ancora più ricco

Today è in caricamento