Banche, perché i conti correnti costano sempre di più

Secondo una indagine di Bankitalia, nel 2017 le spese per gestire un conto in banca sono aumentate di 1,8 euro, attestandosi ad una media di 79,4 euro

Foto di repertorio

Versare i propri risparmi in un conto corrente bancario è ormai una consuetudine per tutti o quasi, se non si contano chi ancora utilizza come forma di sicurezza il buon vecchio materasso.

Ma mantenere attivo il conto in banca sta diventando sempre più dispendioso: nel 2017 la spesa media di gestione di un conto corrente bancario è cresciuta di circa 1,8 euro rispetto all'anno precedente, attestandosi a 79,4 euro.

Schermata 2018-11-19 alle 15.58.57-2

I motivi dell'aumento

Ma a cosa è dovuto questo aumento? Secondo un'indagine di Bankitalia sull'onerosità dei conti correnti delle famiglie, la crescita deriva dai maggiori canoni di base ed in misura minore dai maggiori canoni per le carte di credito e di debito; la componente variabile della spesa non ha subito variazioni di rilievo. 

Schermata 2018-11-19 alle 15.59.37-2

Nel 2017, le commissioni richieste per la messa a disposizione dei fondi, applicate sulle aperture di credito in conto corrente, sono rimaste pressoché stabili intorno all'1,6 per cento del credito accordato; le commissioni unitarie di istruttoria veloce (CIV), applicate sugli scoperti di conto sono diminuite per i conti affidati (da 25,5 a 22,4 euro), rimanendo invariate per i conti non affidati (intorno a 19,3 euro).

I conti online

La spesa di gestione dei conti correnti on line è stata pari a 15,3 euro, 0,6 euro in più rispetto all'anno precedente; per i conti postali, la spesa di gestione si è attestata a 49,8 euro per un incremento complessivo di 2,1 euro.

Indagine sul costo dei conti correnti: lo studio completo

La percentuale di clienti esentati dal pagamento di commissioni sugli affidamenti e gli scoperti di conto è cresciuta dal 39 al 43 per cento per i clienti affidati; relativamente ai clienti non affidati, la percentuale di quelli esentati dal pagamento di commissioni sugli scoperti di conto è passata dal 77 all'80 per cento. I clienti esentati dal pagamento della CIV tendono a sconfinare più raramente, per un minore importo e per una durata inferiore; sono tuttavia più elevati gli interessi corrisposti sugli sconfinamenti e gli scoperti di conto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento