Martedì, 9 Marzo 2021

Il crollo del Ponte Morandi a Genova costa 2 milioni al giorno all’autotrasporto

Gli spedizionieri vogliono un risarcimento per i percorsi più lunghi che devono fare i veicoli industriali per raggiungere il porto o le destinazioni interne finali.

Passati due mesi dal crollo del Ponte Morandi a Genova, il danno complessivo per le imprese dell'autotrasporto in transito per il nodo di Genova è stato quantificato da Conftrasporto-Confcommercio realizzata in collaborazione con Isfro, diffusa al Forum di Cernobbio. Secondo un articolo pubblicato l'8 ottobre 2018 dall'agenzia Reuters, Spediporto sta considerando di chiedere un risarcimento dei danno sia alla società Autostrade, sia al ministero dei Trasporti, ritenendoli responsabili del crollo del ponte Morandi e dei conseguenti disagi e maggiori costi per il trasporto. Gli spedizionieri vogliono un risarcimento per i percorsi più lunghi che devono fare i veicoli industriali per raggiungere il porto o le destinazioni interne finali.

Il crollo del Ponte Morandi costa 2 milioni al giorno per l’autrotraporto, per un valore complessivo, finora, di oltre 116 milioni.

I costi per il transito per Genova sono aumentati di 586.000 euro al giorno, perché l’inutilizzabilità del collegamento venuto meno comporta un allungamento di 120 km per l'attraversamento di Genova da Levante a Ponente e di 70 km in senso inverso. L’80% di questo maggior costo è a carico delle imprese di trasporto, il 20% delle aziende produttrici che si servono di mezzi propri.

Ponte Morandi, in piazza cittadini e sfollati: "Liberate la Valpolcevera" 

Il crollo comporta un’ora in più dei tempi medi di percorrenza causata dalla congestione del traffico. Questo genera un aumento di costi per circa 4mila camion che entrano ed escono ogni giorno dal porto di Genova pari a 265.200 euro, mentre per i 31.500 veicoli pesanti che attraversano la città il costo aggiuntivo è di 2,08 milioni di euro.

L'attraversamento della Liguria interessa 11 milioni di camion all'anno, di cui 3 milioni con destinazione o origine nella regione stessa.

Il settore della logistica vale il 14% del Pil italiano, quello dei porti il 2,3%, mentre negli ultimi 20 anni la crescita dei trasporti è stata pari al 500% nel Mediterraneo e del 10% in Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il crollo del Ponte Morandi a Genova costa 2 milioni al giorno all’autotrasporto

Today è in caricamento