Martedì, 22 Giugno 2021
Sociale

Con la crisi sempre meno soldi alle famiglie in difficoltà

L'allarme è stato lanciato dal Censis: dal 2008 (anno di inzio della crisi) la scure dell'austerità non ha mai smesso di abbattersi sul sociale e i servizi alla persona. E' la Calabria la regione con meno fondi

E' un dato di fatto: si spende sempre meno soldi per chi ha delle difficoltà. E la scure dei tagli nel mondo del sociale si è abbattuta proprio negli anni della crisi economica. Al Fondo per le politiche sociali, istituito nel 1997, arrivano sempre meno finanziamenti: da 1,6 miliardi di euro nel 2007 si è passati a 435,3 milioni nel 2010, per poi scendere a soli 43,7 milioni nel 2012 e infine recuperare in parte negli ultimi due anni fino ai 297,4 milioni del 2014. Ma in tutto la riduzione è stata dell'81% nel periodo 2007-2014, proprio gli anni della crisi. L'offerta dei servizi per anziani, disabili, minori e famiglie si è drasticamente assottigliata. 

E' lo Stato a concedere sempre meno finanziamenti in tempi di spending review. Così spiegano dal Centro studi investimenti sociali (Censis) nell'ambito di "Salvare il sociale", l'appuntamento annuale di riflessione, giunto alla sua ventisettesima edizione, dedicato quest'anno al tema "Rivedere i fondamentali della società italiana".

Secondo gli ultimi dati disponibili, la spesa sociale dei Comuni supera i 7 miliardi di euro l'anno, pari a 115,7 euro per abitante. Complessivamente, la spesa è destinata per il 38,9% a garantire interventi e servizi, per il 34,4% al funzionamento delle strutture, per il 26,7% ai trasferimenti in denaro. Le categorie che assorbono la quota maggiore di spesa sono le famiglie e i minori (40%), i disabili (23,2%), gli anziani (19,8%), i poveri e i senza fissa dimora (7,9%). 

SUD NEL BARATRO - Ma le differenze territoriali sono macroscopiche. Si passa dai 282,5 euro per abitante nella provincia autonoma di Trento ai 25,6 euro della Calabria. Mentre gran parte delle regioni del centro-nord si colloca al di sopra della media nazionale, il sud presenta una spesa media pro-capite che ammonta a meno di un terzo (50,3 euro) di quella del nord-est. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la crisi sempre meno soldi alle famiglie in difficoltà

Today è in caricamento